In stampa nelle prossime settimane il libro di Antonio Di Cesare sullo studio e censimento delle masserie storiche e fabbricati rurali presenti nell’agro di Torremaggiore

Sarà dato alle stampe nelle prossime settimane il progetto-ricerca di Antonio Di Cesare presidente della “Sbandieratori Florentinum-APS”,sullo studio e censimento delle Masserie storiche e di altri fabbricati rurali ricadenti in agro
di Torremaggiore. La corposa pubblicazione ripercorre le fasi storiche, politiche ed economiche che hanno portato alla proliferazione nell’agro di Torremaggiore dei caseggiati rurali denominati “Masserie”, soffermandosi con particolare attenzione sulla complessa organizzazione territoriale della “transumanza” che ha visto l’agro di Torremaggiore al centro di importanti vie di snodo per il passaggio e la permanenza delle greggi provenienti dall’Abruzzo e dal Molise.
Oltre alle masserie si è censiti anche i casini, ville di campagna, fabbricati poderali e case cantoniere. La pubblicazione è promossa e patrocinata anche dalla amministrazione comunale di Torremaggiore, che per volontà del sindaco Emilio Di Pumpo e dell’assessore alla cultura Ilenia Coppola ha aderito, finanziando una quota parte del progetto editoriale. Il libro partecipa al premio “Storie Sospese” indetto dalla Associazione LiberaMente di Rocchetta Sant’Antonio (Fg) dedicato agli autori di storia locale del Mezzogiorno d’ Italia. La casa Editrice è la “INVENTO EDIZIONI”. ( comunicato)

Antonio Di Cesare
www.torremaggiore.com