Elezioni provinciali domenica 30 gennaio 2022 con tre candidati di Torremaggiore per Palazzo Dogana: Anna Lamedica, Emilio Di Pumpo e Salvatore Prencipe

Domenica 30 gennaio 2022 ci saranno le elezioni provinciali per eleggere il nuovo consiglio della Provincia di Foggia. Unico turno presso con seggi aperti a Palazzo Dogana dalle 8,00 alle 20,00. Si voterà con il sistema elettorale di secondo livello. Ovvero, gli elettori – e gli eletti – saranno Sindaci e Consiglieri Comunali, in rappresentanza dei cittadini. Questo prevede la Legge Delrio ( Legge 56/2014) che ha profondamente riformato l’Ente Provincia.

Chi può essere eletto

Sono eleggibili alla carica di Consigliere i Sindaci e i Consiglieri comunali, mentre nelle liste di candidatura nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore al 60 per cento del numero dei candidati, come prevede la legge di riordino delle Province, che tutela la parità di genere. Il corpo elettorale provinciale è costituito dai Sindaci e i Consiglieri comunali ed è suddiviso in fasce demografiche, al fine di proclamare gli eletti con il metodo del voto ponderato, che assegna un peso diverso ai Comuni a seconda del numero di abitanti. I candidati alle elezioni provinciali della Capiatanata sono sessantaquattro in tutto spalmati su sette liste , di cui cinque sono sindaci. Di seguito i tre candidati al consiglio provinciale con le rispettive liste : il sindaco dem DI Pumpo nella lista PD , Salvatore Prencipe ( consigliere di maggioranza di Impegno Democratico) nella lista Civica Insieme per la Capitanata e Anna Lamedica per la lista Fratelli d’Italia ( attualmente consigliere comunale di minoranza nella stessa lista).

CIVICA INSIEME PER LA CAPITANATA – Salvatore Prencipe di Torremaggiore ( consigliere comunale di maggioranza a Torremaggiore)

PD – sette uomini e cinque donne tra cui i sindaci dem Emilio Di Pumpo di Torremaggiore e Vincenzo Sarcone di Ascoli Satriano.


FRATELLI D’ITALIA – sette candidati consiglieri tra cui Anna Lamedica di Torremaggiore ( consigliere comunale di minoranza a Torremaggiore)