L’adesione del Comune di Torremaggiore al bando Educare in Comune ha prodotto i suoi frutti: inviati due progetti per contrastare la povertà educativa

Siamo lieti di annunciare che l’adesione del Comune di Torremaggiore al Bando “Educare in Comune”, promosso dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia, ha prodotto i suoi frutti!Inviati i progetti “Ricostruire Relazioni” (area Famiglia come Risorsa) e “Emozioni in Circolo” (area Relazione e Inclusione).A conclusione di un percorso di denso lavoro, improntato all’analisi attenta dei bisogni del nostro tessuto sociale e alla condivisione di idee e prospettive, il Comune di Torremaggiore e i partners della Comunità Educante locale hanno egregiamente assolto al loro ruolo, dando vita a due progetti di ampia visione, attraverso cui si auspica fornire risposta adeguata al contrasto della povertà educativa, sempre più diffusa nelle maglie del nostro territorio, anche a causa dei crescenti disagi connessi alla pandemia da Covid 19. Alle Scuole Pubbliche e Private, alle Associazioni locali e non, alla Parrocchia e alle Cooperative di servizi, che hanno partecipato con così grande entusiasmo e competenza al tavolo di co-progettazione, articolato in quattro incontri, va il più sentito ringraziamento del Sindaco Dott. Emilio Di Pumpo, dell’Assessore alle Politiche della Famiglia Sig.ra Lucia Di Cesare, dell’Assessore all’Associazionismo Dott.ssa Ilenia Coppola e dell’Amministrazione tutta.Ovvia la speranza di ottenere un esito positivo, tuttavia, come Amministrazione, riteniamo che il primo grande successo sia già ottenuto: l’evidente capacità di “Fare Rete” tra Ente Comunale e Comunità Educante, con la prospettiva di trarre proficui risultati da una collaborazione fattiva e costruttiva a vantaggio della nostra città. In bocca al lupo a tutti.