De Vita e Manzelli sul taglio degli alberi in pineta: confidiamo in una giusta risoluzione

La gestione del verde pubblico è una questione che riguarda tutti sia per gli aspetti legati alla incolumità e sicurezza, ma anche per quelli legati alla qualità della vita , per i benefici che le aree verdi hanno sul clima, sull’inquinamento acustico, sulle relazioni sociali, sulle pratiche sportive e più in generale sul paesaggio che è e rimane un bene primario ed assoluto da tutelare.Abbiamo motivo di ritenere che il taglio degli alberi programmato dalla amministrazione non è rivolto alla cura e alla conservazione della nostra pineta e che é assolutamente necessario rendere chiaro e certo quali siano gli alberi da eliminare e il progetto di reimpianto.
La cura del verde non è solo una spesa da contenere ma deve essere un investimento per il paese e per la collettività . Dopo aver letto gli atti e dopo i chiarimenti resi, siamo convinti che aver affidato la decisione e la individuazione degli alberi da tagliare esclusivamente alla ditta che se ne occuperà gratuitamente (recuperando la legna) non è una buona scelta. Ad oggi poi risulterebbe che alla amministrazione siano state fornite evidenze tecniche che la contrastano.
Confidiamo in una giusta risoluzione.

Leonardo De Vita
Massima Manzelli