All’Ottavo Meeting nazionale della Polizia Locale a Cosenza del 15 e 16 ottobre 2020 tra i relatori anche due torremaggioresi: Luca Leccisotti e Francesco Antonucci

“Emergenza Pandemia. Analisi, gestione, esperienze” è il tema di “POL 2020 – VII Meeting Nazionale della Polizia Locale” in programma i prossimi 15 e 16 ottobre al Teatro Rendano di Cosenza. A presenziare all’evento i massimi rappresentati della polizia locale e della pubblica amministrazione italiana. La giornata inaugurale sarà dedicata ad approfondire con testimonianze umane, tecniche e professionali il ruolo svolto dalla polizia locale nei mesi cruciali della pandemia.

Due i foggiani presenti all’evento come relatori, il Dott. Luca Leccisotti – comandante di Polizia Locale e docente universitario – e il Dott. Francesco Antonucci – Microbiologo .

Questa pandemia ha dato luce a molte modifiche normative in materia di appalti – commenta il dott. Luca Leccisotti – consentendo di velocizzare l’affidamento di forniture in modo più spedito per mettere un freno alle criticità date dalla pandemia. È fondamentale ora mettere un punto fermo e operare in modo semplificato per arginare le tempistiche ancestrali della pubblica amministrazione.”

Altro tema caldo affrontano dal microbiologo foggiano Dott. Francesco Antonucci è quello della prevenzione dei contagi in ambito lavorativo. “Il luogo di lavoro è l’ambiente che più dobbiamo tenere sotto controllo – spiega il dott. Francesco Antonucci – evitando quanto più possibile di bypassare i protocolli sanitari previsti da personalizzare in ogni ambiente lavorativo. La prevenzione deve essere accurata e deve partire innanzitutto dall’interazione con soggetti che non fanno parte del nostro stretto nucleo familiare.”

Nel corso della due giorni saranno inoltre approfondite tematiche più tecniche dedicate alla sicurezza stradale, ambientale, alle sanzioni amministrative, alle disposizioni del decreto Semplificazioni. Saranno affrontate anche le tematiche dell’infortunistica stradale, il rilievo di sinistri e la gestione del falso e della contraffazione nonché l’utilizzo di nuove tecnologie a supporto degli agenti della polizia locale italiana.