Appuntamenti Brevi News Prima Pagina 

In scena Naufraghi,affamati e cattivi a Torremaggiore il 12 ottobre 2019 presso l’Auditorium delle Suore Ancelle del Sacro Cuore: l’ultima realizzazione di Walter Scudero

L’umorismo nero dell’assurdo nel Teatro di Walter Scudero

Su di una zattera di fortuna, dopo una sciagura navale, tre naufraghi, due uomini e una donna, stabiliscono che, per sopravvivere, uno di loro dovrà essere mangiato dagli altri due. La donna ha un
carattere molto forte ed è capace di manipolare chiunque; uno dei due uomini è un profittatore leccapiedi e passa subito dalla parte di lei. Rimane isolato l’altro, un individuo di carattere debole ed ingenuo, il quale viene progressivamente abbindolato dagli altri due e, se in un primo momento si rifiuta categoricamente di essere lui la vittima, pian piano viene portato da loro a convincersi che l’offrirsi volontariamente ‘in pasto’ agli altri, farà di lui un eroe. E’questa, dunque, in chiave assurdo-umoristica-noir, la storia della impietosa manipolazione di un individuo oppresso dall’egoismo di altri due ed indotto, dalle ingannevoli tattiche psicologiche da questi esercitate su di lui, all’autoannientamento scelto, persino e in definitiva, come frutto di volontario convincimento. Di assurdo e dark vi sono unicamente le circostanze particolari nelle quali la vicenda si svolge: un naufragio, una zattera, una situazione cannibalesca al fine di sopravvivenza; per il resto, le considerazioni della tragicomicommedia rientrano nell’ambito, né più né meno,di quanto molto spesso avviene nel cinico gioco dei rapporti umani. Questo lavoro del Teatro dell’assurdo va inteso a fine pedagogico, filosofico ed educativo, dal momento che si pone, in chiave di divertimento semiserio-umoristico, il contesto di una situazione di tipo paradossale, imprescindibile e dal punto di vista della vittima – senza soluzione tanto sul piano pratico quanto su quello psicologico. L’insegnamento
che ne deriva è quello che occorre, nella vita, imparare a non lasciarsi manipolare da arpie spregiudicate e da profittatori leccapiedi. Come generalmente avviene nel Teatro dell’assurdo, la commedia, che si svolgerà tramite una conduzione brillante e colma di comicità, andrà accolta, da parte del pubblico più giovane e/o meno giovane, nel divertimento intelligente offerto dall’umorismo nero.

Commenti tramite Facebook

Related posts