Politica Prima Pagina 

Carla Costantino (CISL) lancia un appello dopo la morte dei braccianti sulla SS16: sinergia tra tutti

 

 

 

Video intervento del Segretario Generale della CISL a seguito della morte dei braccianti stranieri sulla SS16. Tratto da YouTube dal canale di Studio9TV di Lucera.

Esito vertice in Prefettura: sperimentazione di un piano trasporti per i braccianti, utilizzo risorse pubbliche regionali, individuazione con i sindaci dei suoli per i moduli abitativi temporanei e inasprimento dei controlli sulle strade.

Dopo i due tragici incidenti stradali, avvenuti in provincia di Foggia negli ultimi tre giorni, nei quali hanno perso la vita sedici braccianti stranieri, si è svolto ieri il Vertice in Prefettura.
Per contrastare l’emergenza ed eliminare il più possibile ogni forma di sfruttamento di giovani lavoratori stranieri, è stato concordato che entro due giorni verrà redatto un piano sperimentale di trasporto dei braccianti che saranno accompagnati sul posto di lavoro e da questo riaccompagnati nei campi di stanziamento. Le imprese dovranno indicare i punti strategici di raccolta dei braccianti stranieri. Si pensa a snodi ‘nevralgici’ nei pressi di Cerignola, Zapponeta, Manfredonia, Apricena, San Severo, Lucera e Foggia.

Si utilizzeranno le risorse pubbliche regionali e i rappresentanti delle imprese agricole hanno confermato la loro collaborazione.
Nel prossimo vertice con i Comuni verrà chiesto ai Sindaci di individuare i terreni per il collocamento dei moduli abitativi temporanei disponibili, misura già prospettata nel corso degli incontri della ‘Rete per il Lavoro Agricolo di Qualità’.

Per contrastare più efficacemente la lotta al caporalato e all’illegalità, pur sottolineando lo sforzo che Forze dell’ordine hanno già avviato, è stato preannunciato un inasprimento dei controlli.
In definitiva, piena condivisione sulla linea della rete di collaborazione e della concertazione efficace tra Istituzioni, forze sociali, forze dell’ordine e imprese avanzata dal Segretario Generale della CISL di Foggia Carla Costantino. Tutelare tutti i braccianti, aggredire l’emergenza dei lavoratori stranieri, cambiare la cultura del comparto agricolo: questo l’intento finale.

 

 

 

Commenti tramite Facebook

Related posts