La Giovane Italia torremaggiorese ha incontrato il Commissario Prefettizio

Segue il comunicato ufficiale della Giovane Italia di Torremaggiore , il Movimento giovanile del Popolo della Libertà. La responsabilità del contenuto è esclusivamente dell’autore.

null

Il 9 agosto scorso la Giovane Italia rappresentata dal Coordinatore Cittadino, Lorenzo De Santis e dal
Segretario Amministrativo Fabio Marinelli, ha incontrato, negli uffici comunali, il Commissario Prefettizio, la Dott.sa Aponte per portarla a conoscenza di alcune problematiche riguardanti la Città di Torremaggiore proponendo nel contempo delle soluzioni.

Uno degli argomenti trattati è la sicurezza in Città, visti gli ultimi episodi accaduti, che il più delle volte ha visto coinvolti dei cittadini stranieri, probabilmente anche senza permesso di soggiorno. Di notte sono avvenuti danneggiamenti di edifici in Città e tentativi di furti di auto oltre che di schiamazzi notturni perché ubriachi.

Altro argomento da noi ritenuto importante è la sicurezza stradale, messa a rischio sulla SP 30 nel tratto
Torremaggiore-S.Severo, precisamente nei pressi della zona PIP di Torremaggiore. In caso di pioggia quel
tratto di strada diventa un vero e proprio fiume creando non pochi problemi agli automobilisti che
percorrono il tratto di strada. Abbiamo proposto, dopo un’attenta analisi, abbiamo notato che le cunette in
certi punti non riescono a contenere tutta l’acqua piovana presente, pertanto si è pensato di consigliare e
sollecitare l’ente provinciale responsabile di quel tratto di strada ad intervenire in tempi brevissimi alla sistemazione del manto di strada e delle cunette in modo da permettere all’acqua di scorrere in maniera da non creare problemi.

Inoltre abbiamo fatto presente che in caso di ampliamento della zona PIP non sarà possibile ottenere
l’attivazione di nuove linee telefoniche e per la connessione alla banda larga (adsl) a causa della distanza dalla centrale Telecom e la conseguente mancanza di cavi necessari alle attivazioni, pertanto si è ben pensato di richiedere alla Telecom la costruzione di una nuova centrale nella zona PIP al fine di eliminare tale disagio. Si è anche approfittato per far presente la mancanza, sempre nella zona PIP, di contenitori per la raccolta differenziata adatti al tipo di rifiuti prodotti dalle aziende già presenti in zona.

Ultimo argomento di interesse collettivo, è lo stadio comunale, di cui ad oggi non si conoscono i tempi per la sua messa a disposizione alla cittadinanza e associazioni che ne necessitano. Infatti è noto a tutti che il Comune non ha ottenuto l’agibilità della struttura. Si è anche accennato alla vicenda relativa alla squadra locale di calcio che è stata venduta ad un gruppo di imprenditori lucerini con l’intento di far rinascere la squadra calcistica del Lucera.

Al termine dell’incontro è stato consegnato al Commissario un documento riassuntivo di quanto discusso,
con la speranza che quanto comunicato venga accolto per il bene della comunità intera.

Ne approfittiamo per invitare i giovani tra i 14 ed i 30 anni che condividono le ns idee di cambiamento e
miglioramento della comunità ad aderire al ns progetto contattando il Coordinatore Cittadino, Lorenzo De
Santis, o visitando il gruppo Facebook Giovane Italia – Torremaggiore.

Commenti tramite Facebook

Related posts