Il Consiglio Comunale è l’organo supremo dell’amministrazione della città e se ne ricordano solo i consiglieri di opposizione: è la replica alla maggioranza di centrosinistra

Riceviamo e pubblichiamo nota delle forze di opposizione; la responsabilità del contenuto è esclusivamente degli autori.

Costretti a comunicare: questo è quello che esprime la nota delle forze politiche di maggioranza. Costretti, cari concittadini, per via del comunicato delle opposizioni contrariamente al costante e solito silenzio in consiglio comunale della maggioranza asservita ad un vecchio e locale brocardo che recita: “alla mut , alla mut!”. È dunque un fatto che le forze politiche di maggioranza devono chiedere ai propri consiglieri di parlare in consiglio ricordando loro che possono farlo anche in assenza dei consiglieri di opposizione.
Ma è un fatto che non lo hanno fatto. È pure un fatto che ci sono validi motivi per assentarsi da un consiglio comunale debitamente comunicati al Presidente del Consiglio (a meno che non si debba ritenere che anche il sindaco ha disertato il consiglio per le festività anticipate).
È poi un fatto, nuovo, che nell’ultimo consiglio comunale del 30 dicembre, sulle comunicazioni importanti è stata interdetta la discussione ( non si capisce a norma di quale regolamento di consiglio), discussione che le opposizioni avevano previamente affidato al consigliere Lorena Saragnese presente in consiglio e forse sfuggito al puparo che, da dietro le quinte, muove le fila della maggioranza (sempre per rimanere sulla mediocre invettiva della nota di maggioranza).
È un fatto che la deliberazione della Corte dei Conti “comunicata” in consiglio senza possibilità di discussione doveva invece essere pubblicata nella apposita sezione amministrazione trasparente e non risulta ancora pubblicata e perciò lo facciamo noi.
Così come, da ora in poi, pubblicheremo le varie interrogazioni che puntualmente protocolliamo e le relative risposte, se e quando ci saranno. Ma è ormai un dato di fatto: il Consiglio Comunale è l’organo supremo della amministrazione della città e se ne ricordano solo i consiglieri di opposizione.

FRATELLI D’ITALIA
FORZA ITALIA
CAMBIAMO
GRUPPO INDIPENDENTE

Torremaggiore 03/01/2022