Grande partecipazione al convegno sulle criticità dell’amianto ed i rischi connessi per la salute che si è svolto al Castello Ducale di Torremaggiore il 13 maggio 2022

TORREMAGGIORE – Grande partecipazione al convegno sulle criticità dell’amianto con i rischi connessi per la salute, che si è svolto venerdì 13 maggio 2022 presso la Sala delle Udienze del Castello Ducale De Sangro di Torremaggiore (Fg). L’evento è stato ideato ed organizzato dal Direttivo del Comitato Salute Alto Tavoliere Puglia ed ha ricevuto il sostegno del CSV Daunia ed il patrocinio del Comune di Torremaggiore, della Presidenza del Consiglio della Regione Puglia e della LILT ( Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori). In una sala gremita di pubblico, il convegno è iniziato con il saluto istituzionale dell’Assessora alle Politiche Sanitarie e della Salute Dott.ssa Lucia Di Cesare, poichè il sindaco era assente per impegni istituzionali. Ha moderato il convegno il giornalista e Presidente del Comitato Salute Alto Tavoliere della Puglia Michele Antonucci. L’interventoscientifico dell’oncologo torremaggiorese Dott. Vincenzo Di Noia che svolge la sua professione medica presso l’IRE – Istituto Nazionale Regina Elena di Roma è stato incentrato sull’analisi tecnica dell’amianto e dei rischi connessi per la salute pubblica. Sono state illustrate anche le strade da seguire per tenere lontana,nei limiti del possibile, l’esposizione a questo minerale ampiamente utilizzato dagli anni cinquanta fino a trenta anni fa. Nel 1992 con la legge n. 257 l’Italia ha messo al bando tutti i prodotti contenenti amianto, vietando l’estrazione, l’importazione, la commercializzazione e la produzione di amianto e di prodotti contenenti amianto, con un dedicato programma di dismissione il cui termine ultimo fu fissato al 28 aprile 1994. Come già avvenuto in passato con gli altri convegni organizzati dal Comitato Salute Alto Tavoliere della Puglia al termine dell’intervento scientifico è stata creata la possibilità di interagire con il relatore per avere delle risposte dirette sulla tematica. Il dott. Vincenzo Di Noia ha risposto alle domande in modo chiaro ed esauriente. E’ stato posto il focus sulla sensibilizzazione a tutti i livelli per cercare di arginare la cultura arcaica della non prevenzione oncologica attraverso una rete tra medici di famiglia, l’ASL,le istituzioni locali e di comprensorio e le associazioni impegnate in prima linea. Un monito molto forte infine è stato posto sulle dodici regole previste dal Codice Europeo contro il Cancro. Dobbiamo essere tutti rappresentanti di questi valori di vitale importanza per la nostra salute. Il Comitato promotore dell’iniziativa solleciterà nelle sedi opportune le istituzioni preposte sui finanziamenti previsti per la rimozione dell’amianto e dell’eternit presenti nelle case private e nei locali commerciali. Peraltro il 18/05/2019 fu firmato il Patto per la Salute con i candidati alla carica di Sindaco della Città di Torremaggiore e su questo punto il Comitato fece sottoscrivere agli stessi l’impegno per attivare uno sportello informativo e formativo su scala locale affinchè i cittadini possano sapere nel dettaglio cosa fare. La gestione fai da te di questa problematica ha creato disastri che sono sotto gli occhi di tutti nel nostro agro da decenni. Occorre perciò agire in tal senso e fare anche presto. ” SPETTA A CIASCUNO DI NOI INFINE SOSTENERE LA RICERCA SCIENTIFICA PER MIGLIORARE LA PROPRIA VITA E QUELLA DEGLI ALTRI ” – è il monito dell’oncologo Dott. Di Noia per tutta la platea presente.

Il Direttivo del Comitato Salute Alto Tavoliere Puglia con il relatore Dott. Vincenzo Di Noia – www.torremaggiore.com –