Intervento delle Guardie Ambientali D’Italia per un incendio di tubi di plastica a Torremaggiore in Contrada Cisterne

Nel pomeriggio di sabato 25 settembre 2021 a seguito di segnalazione alle Guardie Ambientali d’Italia di Torremaggiore per una persistente puzza di plastica bruciata in Contrada Cisterne , le Guardie Zoofile, che erano in servizio, si sono recate sul posto e hanno visto che l’incendio era dovuto ai tubi di plastica che normalmente si usano per l’irrigazione. Allertati subito i Vigili del Fuoco che si sono recati sul posto e spento l’incendio. Se un soggetto volontariamente brucia enormi quantità di plastica risponderà di inquinamento ambientale. Ma cos’è l’inquinamento ambientale? Si tratta di un delitto previsto nel nostro codice penale che punisce chiunque abusivamente provoca una compromissione o un deterioramento significativo e misurabile:

  • delle acque o dell’aria, o di porzioni estese o significative del suolo e del sottosuolo;
  • di un ecosistema, della biodiversità agraria, della flora o della fauna.

Come scritto è necessario che il danno sia ingente (significativo) e, soprattutto, misurabile (in modo che se ne possa accertare la gravità). La pena prevista per questo reato è della reclusione da due a sei anni e della multa da 10.000 a 100.000 euro. Se l’inquinamento è prodotto in un’area naturale protetta o sottoposta a vincolo paesaggistico, ambientale, storico, artistico, architettonico o archeologico, ovvero in danno di specie animali o vegetali protette, la pena è aumentata. PER SEGNALAZIONI ALLE GUARDIE ZOOFILE DI TORREMAGGIORE CHIAMARE AL 328.6908287338.9664601

SITO GADIT TORREMAGGIORE – http://www.gaditorre.it

GALLERIA FOTOGRAFICA – clicca sulle immagini per ingrandirle –