Il Piazzale Palma e Piacquaddio diventa un campo di basket, meglio di niente. E’ il commento dei consiglieri di opposizione De Vita, Manzelli e Saragnese

Condividiamo la gioia di molti nel  ” fare canestro”, ma da amministratori non la cavalchiamo. Soprattutto se il ” niente”  è anche solo assecondato, o finanche causato da inerzie croniche, o da scelte amministrative sbagliate . Lo sport e’ assolutamente da  sostenere e incentivare ma non è questa la cura che una amministrazione deve avere per sostenere le pratiche sportive e la socialità. Questo è uno sfregio al decoro di una piazza destinata all’uso e al godimento di tutti e alle più svariate iniziative , ma si pone  anche contro ogni buona pratica, violando  le regole più elementari della civile convivenza. Tanto più se  a pochi metri dalla stessa piazza troviamo  spazi abbandonati .
Se in quartieri periferici altri spazi pubblici sono sottratti alla collettività per rimanere alla mercé di questo o altro operatore economico che trovi la sua occasione di investimento a detrimento delle casse comunali e della pubblica utilità. Anni  di ” cantiere” senza alcun correttivo volto anche solo a contenere il danno. Il  “meglio che niente”  applicato  ad ogni situazione potrebbe anche essere una buona prassi,  non  lo è  quando è applicato solo a piacimento. Lo sport non c’entra niente, se non che questo è amministrare per sport.

Nota dei consiglieri De Vita, Manzelli e Saragnese