I consiglieri De Vita e Manzelli incalzano l’amministrazione Di Pumpo sul contratto di fornitura del nuovo sistema informatico del Comune: quanto caos!

Apprendiamo dalla  Determinazione n. 53 del  17.02.2021   che  il Comune di Torremaggiore ha deciso la  risoluzione del  contratto di fornitura del nuovo sistema informatico   per  inadempimento del fornitore.
Che  sia il rimedio ad una scelta avventata  della amministrazione e non anche, o non solo, un inadempimento del fornitore, è però  abbastanza evidente. Eppure la  “informatizzazione”  era uno degli obiettivi di questa amministrazione che vediamo perseguito con una previsione in  bilancio di    centomilaeuro poi spesi il 13 agosto  ( determinazione n. 368) con un frettoloso acquisto  per “affido diretto”. Poco importa che  quella determinazione sia stata annullata e riadottata a settembre  ,  la sostanza è  quella di un acquisto fatto in fretta e furia dove la definizione di molti aspetti della fornitura  viene rimandata ad una fase successiva all’acquisto. Apprendiamo anche che la formazione del personale  era prevista  entro la fine dell’anno 2020, ma se ne è tollerata la mancanza  sino a   tutto gennaio quando il sistema era stato già sostituito,  avendo così  generato una vera e propria paralisi dell’attività amministrativa, una pressione ingiustificata nei confronti del personale, oltre agli  errori  e ritardi nelle pubblicazioni, salvo altre omissioni e ritardi negli adempimenti e nei pagamenti. Resta il dubbio che l’unica urgenza  era approfittare del decreto semplificazioni nel momento in cui la soglia per procedere con” affido diretto “ era posto  a 150 mila euro, mentre  ora che vi è davvero l’urgenza di correre ai ripari con una nuova fornitura,  corre l’obbligo di trovare  un servizio che costi la metà  ( ridotto a 75 il limite dell’affido diretto ) !! Quali conseguenze avrà questa scelta,  quanti interrogativi lascia aperti ,  se un servizio che avremmo pagato il doppio si è rivelato inadeguato  o se quello che siamo costretti a recuperare  a un prezzo più  basso  ci porterà altri disagi .

Avv. Massima Manzelli (IDEA)
Dott. Leonardo De Vita ( Fratelli d’Italia)