Video integrale del comizio dell’on Raffaele Fitto che si è svolto a Torremaggiore il 4 settembre 2020: dobbiamo voltare pagina e attacca la sinistra su agricoltura,sanità,tasse e infrastrutture

INCAPACITA’ DI SPESA IN AMBITO AGRICOLTURA, SANITA’, TASSAZIONE PUGLIESE ELEVATISSIMA RISPETTO ALLE ALTRE REGIONI, Nessuna INFRASTRUTTURA REALIZZATA IN QUESTA PROVINCIA NEGLI ULTIMI QUINDICI ANNI TARGATI CENTROSINISTRA: sono questi i temi trattati durante il comizio del candidato presidente unitario della coalizione di centrodestra nella cittadina dell’Alto Tavoliere nel tardo pomeriggio del 4 settembre 2020. Affondo sul tema sanità al centrosinistra per la gestione degli ultimi quindici anni: quali reparti sono stati riaperti con le promesse fatte anche qui ? In questi anni non hanno fatto nulla, hanno chiuso anche qui gli Ospedali.

Sul finire degli anni Novanta si avvia inesorabilmente il lento declino del nosocomio torremaggiorese a causa delle riforme sanitarie imposte dall’Unione Europea ai governi nazionali e regionali che tendevano ad abbassare i numeri di posti letto per abitante e a riconvertire o chiudere i piccoli ospedali. La Regione Puglia ha prima riconvertito il San Giacomo con il Piano Ospedaliero Fitto ( in carica dal 2000 al 2005) nel 2004 riducendo i quasi 200 posti letto a 106 posti letto ospedalieri ( ma con altri reparti: Pneumologia, Lungodegenza e servizio di Day Surgery ) e dopo ne ha decretato la chiusura decisa dal Governatore Niki Vendola ( in carica dal 2005 al 2010) con la deliberazione n°1791 del 15/12/2010. ( scarica qui in pdf). Nell’ASL FG con quella deliberazione del 2010 sono stati ridotti i posti letto da 970 a 713 , a Torremaggiore si è passati da 44 posti letto a ZERO. Ecco l’elenco degli stabilimenti ospedalieri pugliesi dismessi nel medesimo giorno: Ruvo di Puglia, Bitonto, Santeramo in Colle, Minervino Murge, Spinazzola, Cisternino, Ceglie Messapica, Monte Sant’Angelo, Torremaggiore, San Marco in Lamis, Gagliano del Capo, Maglie, Poggiardo, Massafra e Mottola. Ad oggi il San Giacomo è un PTA (Presidio Territoriale di Assistenza) con i reparti territoriali UDT/Ospedale di Comunità e Hospice ( sono presenti 17 posti letto territoriali – non più ospedalieri ). Il Laboratorio Analisi è stato declassato a Centro Prelievi. L’ex Pronto Soccorso, è diventato prima PPI (Punto di Primo Intervento) ed ora si chiama PFM (postazione fissa medicalizzata). Dei servizi sanitari da attivare dal 2011 è stato di fatto solo attivato l’Hospice (8 PL) e nel 2019 il Governatore Emiliano ha tagliato i 54 PL previsti a 40 PL. Un’altra beffa ai danni della cittadina di Torremaggiore e del suo comprensorio.