Lettera aperta del sindaco Emilio Di Pumpo ai torremaggioresi : non sono positivo al Coronavirus, il test sierologico ed il tampone è negativo

In questi giorni ho ricevuto tantissime telefonate da amici, conoscenti e cittadini vari, preoccupati per il mio stato di salute. La cosa mi ha fatto molto piacere e ringrazio ancora tutti per la premura nei miei riguardi. Come ho già spiegato a tutti quelli che me lo hanno chiesto, io fortunatamente sto bene. In molti hanno pensato che io avessi contratto il Covid e posso comprenderne le ragioni, prima fra tutte la mia scelta di restare per qualche giorno a casa, nel dubbio di essere stato contagiato. Ebbene, senza nessuna vergogna, perchè mai ci si deve vergognare ne tanto meno mentire in merito, quando sono venuto a conoscenza della positività di un membro della giunta, ho deciso spontaneamente di auto-isolarmi, e di sottopormi volontariamente a screening per verificare una mia eventuale positività al Covid-19. Contestualmente anche la mia famiglia ha deciso di fare lo stesso, nel rispetto dei luoghi che quotidianamente frequentiamo per lavoro, nel rispetto delle persone a cui più vogliamo bene. Tutti coloro i quali ci sono vicini sapevano benissimo le nostre motivazioni e nonostante in moltissimi abbiate pensato io fossi positivo, non mi sono mai preoccupato di dimostrare il contrario perchè per me non era fondamentale ciò che tutti potessero pensare, ma ciò che sarebbe stato più giusto per le persone che mi sono accanto e per la mia comunità. Venerdì sera sapevo già da esito dell’esame sierologico di essere negativo, ma ho preferito attendere anche l’esito del tampone che conferma la stessa cosa. Il punto però non è l’essere negativo! Certo ne sono felice, soprattutto per la serenità dei miei cari, compresi i miei figli che hanno saputo accettare di restare in casa in questi giorni, pazientemente, senza avere alcun motivo per farlo. Ci tenevo a raccontarvi questa cosa, innanzitutto per rasserenare i cittadini che si sono preoccupati per la mia salute e poi perchè vorrei tanto che cadesse il tabù collegato a questo tipo di infezione. Il Coronavirus è un virus molto contagioso e in quanto tale può essere trasmesso con molta facilità. Non ci sono colpe quando si fa il possibile per evitarlo, ma sicuramente serve per riuscirci, metterci tanto impegno e attenzione. nonostante ciò può succedere! e nessuno di noi è immune. La consapevolezza, solo questa ci può salvare e può preservare le persone a cui vogliamo bene. Io non sono mai stato contattato per fare la quarantena obbligatoria, ma insieme alla mia famiglia abbiamo preferito astenerci dallo svolgere le nostre attività quotidiane. Piccole accortezze che possono salvare delle vite! Sono consapevole di non essere immune e che potrei contrarre il virus anche domani, perciò non mi sento migliore degli altri. Colgo pertanto l’occasione per fare un grande in bocca al lupo al mio amico Marco augurandogli una pronta guarigione con la speranza che possa tornare al più presto tra di noi. Un caloroso abbraccio virtuale anche agli altri concittadini che hanno contratto il virus. Vorrei tanto che non vi sentiste mai soli e mai in colpa. Noi cittadini di Torremaggiore facciamo il tifo per tutti voi e perchè la nostra bella cittadina possa al più presto liberarsi e voltare pagina. In bocca al lupo a tutti noi!

Emilio Di Pumpo
Sindaco di Torremaggiore