Brevi News Politica Prima Pagina 

Ripetitori telefonia mobile a Torremaggiore: il Comitato Salute ha richiesto il piano di localizzazione comunale per monitorare le radiazioni elettromagnetiche

Il Comitato permanente per la salvaguardia della salute dei cittadini dell’Alto Tavoliere della Puglia in data 21 gennaio 2019 ha formalmente richiesto al Comune di Torremaggiore copia del “Piano di Localizzazione impianti radiotelevisivi e telefonia mobile” e delle relative Norme tecniche di attuazione vigenti nel Comune di Torremaggiore.

Il suddetto Piano di Localizzazione, strumento urbanistico a tutti gli effetti, fu redatto e reso esecutivo per salvaguardare l’ambiente e la salute dei cittadini attraverso la previsione di valori di cautela e di obiettivi di qualità, affidando il raggiungimento di questi obiettivi, in particolare, ad una più opportuna e razionale localizzazione delle stazioni radio e televisive e delle postazioni per la telefonia mobile esistenti e future. Fu redatto sul principio fondamentale della localizzazione dei nuovi impianti esclusivamente su siti pubblici in maniera tale da poter realizzare, con gli introiti provenienti dalla locazione dei suddetti siti, un sistema di monitoraggio continuo in autotutela attraverso rilevatori di proprietà del Comune al fine di minimizzare le esposizioni indebite della popolazione ed in generale ottimizzare l’inserimento di tali impianti nell’ambiente, nel rispetto della garanzia di funzionalità dei servizi di telefonia cellulare e di tele radiocomunicazioni.

Si ricorda che la Commissione della Comunità Europea ha prodotto una ricca documentazione sul Principio di Precauzione, di tutte le volte che è stato applicato e delle sentenze giuridiche emanate che hanno ribadito che “alle esigenze legate alla protezione della salute pubblica deve incontestabilmente essere dato maggior peso che a considerazioni di tipo economico”.

Inoltre il Decreto Ministeriale n. 381 del 10.09.98 sull’inquinamento elettromagnetico ad alte frequenze (antenne per telefonia cellulare, per radiotelediffusione, radar) nel fissare in 6 V/m il limite di campo elettrico in corrispondenza di edifici adibiti a permanenze non inferiori a quattro ore, raccomanda il perseguimento di ” obiettivi di qualità” che abbassino ulteriormente tale limite e stabilisce inoltre che la realizzazione degli impianti “deve avvenire in modo da produrre i valori di campo elettromagnetico più bassi possibili, compatibilmente con la qualità del servizio, alfine di minimizzare l’esposizione della popolazione”.

Ancora in merito, l’Organizzazione Mondiale di Sanità ha affermato che esiste ampia documentazione su concreti rischi per la salute derivanti dall’esposizione cronica (a lungo termine) ai campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici e in particolare a quelli generati da ripetitori della telefonia mobile, da elettrodotti e da emittenti e ripetitori radio-tv.

Per tutte le suddette motivazioni il Comitato permanente per la salvaguardia della salute dei cittadini dell’alto tavoliere della Puglia si farà promotore di qualsiasi iniziativa mirata alla tutela della nostra comunità e vigilerà in merito alle richieste e alle relative autorizzazioni che perverranno per l’installazione di nuovi impianti e/o la modifica di quelli esistenti.

Il Direttivo del Comitato permanente per la salvaguardia della salute dei cittadini dell’Alto Tavoliere della Puglia

COMITATO PERMANENTE PER LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE DEI CITTADINI DELL’ALTO TAVOLIERE DELLA PUGLIA
Codice Fiscale 93070980714
Sede Legale Via Francesco De Pasquale 25
71017 Torremaggiore (FG)
Web Site http://www.dauniacom.it/comitato-salute-altotavoliere/
Mail comitatosalutealtotavoliere@gmail.com PEC comitatosalutealtotavoliere@pec.it

Commenti tramite Facebook

Related posts