Brevi News 

Riflessioni storiche sulla inutilità di utilizzare la Marcia di Radetzky al termine della festa patronale a Torremaggiore ( e non solo !)

Nei giorni scorsi ci sono stati appelli sui social per evitare la marcia dedicata ad un sanguinario occupatore ovvero Radetzky negli eventi post-elezioni e al termine della Festa religiosa di San Sabino a Torremaggiore. E’ un tema questo che può sembrare banale ma tutto è invece che banale. Una consuetudine che sarebbe opportuno rimuovere e al più presto.

Almeno il prossimo 15 giugno 2019 facciamone a meno. Perché mai noi torremaggioresi dovremmo battere allegri le mani? Perché rendere omaggio a Josef Radetzky,ovvero il maresciallo austriaco che nella battaglia di Curtatone massacrò centinaia di studenti toscani venuti a combattere per l’indipendenza?

In data 8 febbraio 1848 a Padova in occasione dei moti organizzati dagli studenti perirono anche due goliardi: Giovanni Anghinoni e Giovanni Battista Ricci. Il mandante di tutto ciò fu Radetzky.

E’ come se i francesi celebrassero Bismarck, i polacchi Stalin e i tedeschi Adolf Hitler. La storia è questa e forse dovrebbe essere opportuna una seria riflessione e cambiare la marcetta post processione di San Sabino con una che invece vada a valorizzare la nostra identità nazionale. Apriamo gli occhi e allarghiamo i nostri orizzonti ! La memoria non si calpesta! Non dimentichiamolo!


MA





Commenti tramite Facebook

Related posts