Politica Prima Pagina 

Criticità della Radiologia del PTA San Giacomo di Torremaggiore: nuova istanza del Comitato Salute Alto Tavoliere

Il Comitato Salute Alto Tavoliere ha presentato in data 28/12/2018 una nuova istanza a mezzo PEC alla Direzione Generale dell’ASL FG per esporre le criticità presenti presso la Radiologia del PTA San Giacomo di Torremaggiore formulando anche proposte in senso migliorativo.

Infatti premesso che la radiologia del PTA San Giacomo di Torremaggiore ha all’attivo un consuntivo prestazioni annuo 2018 pari a 6.500 prestazioni di cui 5.000 di radiologia, 800 di senologia e le restanti seicento di ecografia clinica. I macchinari presenti nella radiologia sono da rinnovare poiché è presente un mammografo rotto da qualche mese, un ecografo di costruzione del 2003 e i macchinari telecomandati sono ormai obsoleti.

Rilevato che la Radiologia del PTA San Giacomo di Torremaggiore è retta da un dirigente medico, da due tecnici dei quali uno con tipologia part time dislocato presso il Centro Prevenzione Tumori di San Paolo di Civitate (Fg) e l’altro in pianta stabile. Va ricordato che oltre il cinquanta per cento della prestazioni sono erogate a cittadini provenienti dalle città limitrofe.

Considerato che la struttura che ospita il servizio di radiologia è da sistemare poiché sono presenti pesanti infiltrazioni e muffe nei muri del corridoio e che il DG Piazzolla è venuto personalmente nel 2014 quando era commissario a rendersi conto della incresciosa situazione avendone anche fotografato lo stato dello stabile. A questo punto il Comitato richiede quanto segue:

1) la urgente riqualificazione edile della struttura eliminando le infiltrazioni e le muffe presenti nei muri attraverso urgenti lavori di consolidamento e di adeguamento ;

2) l’urgente attuazione per l’adeguamento dell’impianto elettrico nelle cinque sale radiologiche ed ecografiche , nel corridoio e nei cinque bagni presenti nel plesso radiologico;

3) il rinnovo dei macchinari obsoleti oggi presenti;

4) la sostituzione del mammografo rotto con uno funzionante magari di ultima generazione;

5) una riorganizzazione del personale per poter espletare al meglio il servizio di radiologia;

6) di organizzare un incontro per discutere sulla proposta formale inviata dal Comitato scrivente protocollato in data 17/12/2018 n° 0096974/ASL/FG/N_319/A che prevedeva di utilizzare la struttura ospedaliera di radiologia del Masselli Mascia sanseverese con due sedi ovvero Torremaggiore e San Severo ragionando in ottica di rete di servizi per evitare che ci siano inutili doppioni e a totale vantaggio del bilancio sanitario e della funzionalità effettiva per i cittadini.

Il Comitato anche nelle festività natalizie non abbassa la guardia per evitare nuovi scippi a danno dell’Alto Tavoliere della Puglia; resta l’impegno in prima linea per migliorare tutto quello che oggi è presente che va consolidato e rafforzato.

Commenti tramite Facebook

Related posts