Condizioni di degrado del Vittorioso di Torremaggiore FG - www.torremaggiore.com -InEvidenza Prima Pagina 

Belle e Nascoste: il Vittorioso è in gravissime condizioni di salute, inaccettabile l’immobilismo

“ Roba da far contorcere le budella, una vergogna da cui riprendersi sarà faticosissimo. L’ effetto dell’ ignoranza e dello spreco, l’ immagine dell’ Italia che arranca e non si individua in nulla, che non ha sensibilità per un patrimonio importante ed unico al mondo. Una vergogna senza limite, che va fronteggiata con durezza e senza mezzi termini inutili”.

Condizioni di degrado del Vittorioso di Torremaggiore FG - www.torremaggiore.com -
Condizioni di degrado del Vittorioso di Torremaggiore FG – www.torremaggiore.com –

Giorgio Barassi, animatore, con Lorenzo De Santis, Marcello e Matteo Di Pumpo, del comitato “ Belle& Nascoste”, nato per valorizzare il patrimonio artistico torremaggiorese, è furibondo. Il Vittorioso, colata in bronzo realizzata da Giacomo Negri, artista torremaggiorese, è ormai gravemente compromesso dall’ incuria ed attaccato dagli agenti esterni, che sul metallo hanno un effetto devastante, se non si interviene nei giusti modi e nei tempi adeguati. Ieri, 2 aprile 2015, le foto del solerte Matteo Pavento hanno evidenziato un foro all’ altezza dell’ orbita oculare sinistra del gigante di metallo, che fa il paio con una escrescenza biancastra comparsa all’ altezza dell’ orecchio sinistro già da due mesi e di cui aveva denunciato la presenza lo stesso Barassi alle autorità locali, inascoltata voce.
Continua la denuncia di tutto l’ accaduto : “ Sono anni che ne parlo, che dichiaro e denuncio. Niente. Tranne, va riconosciuto, il ripristino dell’ aiuola del Monumento in Piazza dei Martiri secondo un criterio dignitoso, nulla è stato fatto. Avevo interpellato Graziano Tosoni, restauratore veronese specializzato nel ripristino di monumenti pubblici in metallo, come il monumento equestre a Vittorio Emanuele II a Torino. Mi mandò un preventivo accettabilissimo. 9000 euro. Mi hanno detto “ son troppi soldi “. Vergogna . E la beffa peggiore sapete qual’ è ? Che Tosoni, che realizza i suoi restauri a regola di un’ arte inappuntabile, avrebbe iniziato con la sabbiatura del Monumento realizzandola coi noccioli di oliva. Capite? Nel paese delle olive sarebbe un business per l’ immagine di un produttore lungimirante. No, hanno detto no”.

Condizioni di degrado del Vittorioso di Torremaggiore FG - www.torremaggiore.com -
Condizioni di degrado del Vittorioso di Torremaggiore FG – www.torremaggiore.com –

A dire il vero, Giacomo Negri fu celebrato, grazie a Belle&Nascoste in collaborazione col centro culturale Don Leccisotti, nel luglio del 2013, quando Barassi propose immagini di varie opere del maestro e ancora una volta parlò di interventi urgenti. Lo stato attuale del Monumento ai Caduti è talmente evidente da non lasciare spazio a nessun equivoco. E a proposito di restauri ed “interventi”, Barassi prosegue come un fiume in piena :
“Il rifacimento inutile della pavimentazione della piazza è stato il primo danno. La struttura tutta ha perduto l’ assesto conquistato in tanti anni, e i segni della pioggia che cola verso un solo lato del Monumento parlano chiaro. Ormai tutta la struttura pende da un lato. Un intervento inutile e dannoso, se si pensa che il basolato biancastro della piazza è in più punti rotto. Con Lorenzo De Santis, poi, siamo riusciti ad evitare uno scempio anni fa. Qualche solerte quanto ignorante amministratore di allora aveva già ordinato dei “ prodotti per pulire il Monumento ”. Ci informammo e capimmo che si trattava di prodotti a base acida. Capite che volevano fare ? Quello che qualche altro perfetto ignorante aveva già fatto : intervenire per una pulitura di un metallo che ha quasi un secolo con liquidi a base acida. In chimica, se mai l’ hanno studiata, zero. Cosa vuoi che sappiano loro ? Se mandano un qualunque operaio a dare corpo ad una pulitura alla meno peggio, prometto vendetta. Il Vittorioso è dei torremaggioresi, non è della politica e dei politici. Ho sempre detto agli amici di Belle&Nascoste che i rischi che corriamo sono due : che il gigante cada distrutto e che qualche parte politica voglia cavalcare questa protesta, come fanno i politicanti che appaltano, motu proprio, istanze altrui. Non lo permetteremo. Io coi miei metodi, per niente pacifici, i miei sodali con la loro diplomazia”.

Condizioni di degrado del Vittorioso di Torremaggiore FG - www.torremaggiore.com -
Condizioni di degrado del Vittorioso di Torremaggiore FG – www.torremaggiore.com –

Inaugurata nel giugno 1924, la colata in bronzo che celebra la vittoria nella Prima Guerra Mondiale e ricorda i caduti di tutte le guerre aveva già subito una mutilazione: la statuetta della vittoria alata, nella mano destra del Vittorioso, era stata rimossa da un soldato americano dopo la presenza dei militari della V armata angloamericana a Torremaggiore, per dare un segno ai cittadini ed agli italiani. Come dire “ voi non avete vinto niente ”. Giacomo Negri la ricostruì fedelmente, anche se in materiale diverso dall’ originale. Ora questa ultima, ma non recente, beffa ancor più grave. Una nota più dolce tra le dichiarazioni decise di Barassi, comunque c’è :

“ Il Vittorioso è legato anche a molti ricordi ed alla Goliardia locale in particolare. Il fondatore di Ordo Primi Solis, l’indimenticato Pino De Pascale, insignì il Monumento col titolo di Eques Primi Solis, come fosse un goliarda attivo e vivente. Avvenne nel 1979, e io c’ero. Era un modo per dire a quel bestione di metallo che gli vogliamo bene. Vedo che a Bologna, i goliardi della Excelsa Neptuni Balla dedicano la loro attenzione affettuosa al Nettuno del Giambologna, vilipeso dal tempo. Vizio comune, amare la bellezza, evidentemente. Oggi quello che accade mi fa rabbia ed è giusto che tutti sappiano cosa succede in questa dannata nazione, in cui le strutture portanti sono l’ Arte e il turismo. Chi lo dimentica, sottovaluta e trascura è gravemente responsabile. Lo sono quelli che continuano a far giocare i loro figli nell’ aiuola del Monumento ( e nessuno che dovrebbe “vigilare” interviene ). Lo sono soprattutto tutti quelli che da allora ad oggi hanno amministrato, lo è chi oggi amministra. Nessuna assoluzione. Restauro a regola d’ arte. O qua non molliamo”.

Belle&Nascoste garantisce che non mollerà l’ osso.
Foto di Matteo Pavento

Commenti tramite Facebook

Related posts