A due anni dalla vittoria elettorale Costanzo Di Iorio traccia un primo bilancio del suo mandato

Segue lettera aperta del Sindaco di Torremaggiore dott. Costanzo Di Iorio, la responsabilità del contenuto è ESCLUSIVAMENTE dell’autore

Dott. Costanzo Di Iorio - Sindaco di Torremaggiore dal 22 maggio 2012 - www.torremaggiore.com
Dott. Costanzo Di Iorio – Sindaco di Torremaggiore dal 22 maggio 2012 – www.torremaggiore.com

Sono appena trascorsi due anni dall’insediamento della mia amministrazione e fare un piccolo bilancio è opportuno ,anche per smentire queste false accuse di immobilismo nelle quali si rifugia l’opposizione .Abbiamo iniziato ad amministrare in una situazione veramente difficile per i Comuni, e la prima attenzione è andata al mondo agricolo ,subito si è installata una pesa pubblica che era da decenni attesa a Torremaggiore,e immediatamente ho posto particolare attenzione alla promozione dei prodotti del nostro territorio. Il passo successivo è stato quello di rendere vivibili e a norma le nostre scuole, adesso Torremaggiore può vantare edifici ristrutturati e messi a norma anche per l’aspetto sicurezza degli impianti e dell’antincendio.Abbiamo creato locali mensa a norma , ripristinato gli impianti fotovoltaici siti sui tetti dei nostri istituti, effettuato le prove di resistenza sismica delle strutture e, quando avvenuto il crollo di intonaco alle volte della San Giovanni Bosco , in soli trenta giorni rifatto gli interi intonaci dei plessi come promesso per il buon funzionamento della scuola, oggi ho avuto notizia di aver ottenuto un finanziamento di quattrocentomilauero per il completamento della succursale .Abbiamo ridato vita al nostro teatro Comunale, che versava in condizioni pietose, rendendolo sicuro e a norma ed anche veramente bello visti gli apprezzamenti dell’intera comunità e dei fruitori di una stupenda stagione teatrale che ha visto sempre il tutto esaurito.Finalmente abbiamo riaperto la biblioteca comunale che da decenni attendeva luce ,ed oggi siamo la seconda biblioteca Provinciale in ordine di accessi.Abbiamo valorizzato il nostro Castello con l’apertura dei musei esistenti e l’appalto di quelli a venire con un finanziamento di circa seicentomilaeuro.Abbiamo partecipato e vinto un finanziamento per la promozione dei nostri percorsi turistici.Finalmente abbiamo dato l’acqua potabile alla zona di via Foggia Vecchia ed adesso ci attiveremo per la fogna ,abbiamo rifatto interi tronchi fognari con l’utilizzo dei robot interni per evitare rotture del basolato del Corso Matteotti, stiamo praticamente sostituendo il 50% dell’impianto idrico del Paese , a breve verrà inaugurata la prima casetta dell’acqua dove si potrà prendere acqua buona a cinque centesimi il litro.Stiamo operando e abbiamo operato sulle strade e sulla viabilità .Abbiamo iniziato ad installare il servizio di videosorveglianza con annessa palestra all’Emilio Ricci , finiremo a settembre, adesso cominciamo la costruzione delle rotonde all’ingresso del paese, dove, grazie alla collaborazione della provincia , abbiamo riasfaltato la provinciale per San Severo. Abbiamo inaugurato due nuove piazze che abbiamo abbellito dal progetto iniziale, adesso stiamo costruendo un parco giochi per bambini ed un parco a tema per grandi e piccini.Udite udite , abbiamo iniziato il porta a porta per la raccolta dei rifiuti , erano anni che le precedenti amministrazioni ne parlavano soltanto, ed avevano un contratto che lo prevedeva e tanti soldi da impiegare. A tal proposito volevo ricordare all’opposizione che il nuovo tipo di raccolta prevede una sperimentazione perche’ bisogna calcolare i volumi di un quartiere prima di partire con l’intero Paese,e poi volevo ribadire che gli operatori della Edil Verde puntualmente stanno spiegando il sistema quando si recano a casa a consegnare i Bidoncini ed il calendario.Abbiamo instituito un servizio antincendio efficentissimo, costituito il nucleo di Protezione Civile, cambiato i mezzi vetusti della Polizia Locale e riorganizzato il servizio.Finalmente siamo padroni di Castel Fiorentino ed abbiamo un progetto ambizioso per il nostro tesoro Federiciano di valorizzazione turistica e culturale ed anche di associazione ai percorsi enogastromici Pugliesi.Stiamo applicando la Politica dello spendere in maniera oculata, se avessimo voluto fare politica spicciola avremmo contratto mutui ( noi li abbiamo diminuiti) per gettare fumo negli occhi riasfaltando l’intero paese. Ma noi facciamo come i bravi padri di famiglia che pensano prima di fare il passo più lungo della gamba e progettano il futuro, nonostante i continui tagli al bilancio da parte dello Stato, che le precedenti amministrazioni non hanno avuto.In ambito sicurezza Torremaggiore, con l’aiuto delle forze dell’ordine, ha visto ben trentotto arresti da parte dei Carabinieri, ed un aumento drastico del controllo del territorio anche adesso che abbiamo combattuto i furti di grano, di cavi elettrici e di beni mobili.A breve metteremo mani all’area di Sacco e Vanzetti per dare nuova vita al centro abitato e partiremo con il recupero vero della Pineta Comunale. Se questo è niente , in un momento in cui i Comuni sono assediati dalla riduzione della spesa, allora gli otto anni precedenti sono Medioevo,non oso pensare quello che si poteva fare quando non vi era crisi economica e i comuni potevano veramente spendere, a ragion del vero io mi ricordo solo di una piazza intitolata al Papa santo, una stupenda area pattinaggio ceduta per farci un chiosco in Pineta, un muro bellissimo del campo sportivo scomparso ed un campo sportivo inagibile.E cosa dire di quello scempio che si stava perpetrando sul corso con quegli inutili vasconi.Alcuni pensano che ripristinare la sirena sia stata una pacchianata,no no per Torremaggiore è stato il suono della riscossa, la carica per ritrovare, in mezzo a mille difficoltà è vero, la voglia di ritornare al bene comune.Non mi sento assolutamente in colpa di aver dato un’impronta diversa alle manifestazioni ed alle feste della nostra Città, oggi Torremaggiore è additata come modello e le migliaia di persone che la visitano in queste occasioni (raramente scendiamo sotto i trentamila, fonti Prefettura) sono paganti per le nostre attività e pubblicità gratuita per la Città.Non mi pento di aver suonato un campanello d’allarme per la tutela della salute pubblica e della nostra salute combattendo le pratiche insane in agricoltura ed in ambito di tutela del territorio.Nulla mi fermerà nell’azione di prevenzione delle patologie emergenti, oggi sono a conoscenza che la popolazione intera ha capito il senso della mia battaglia .Sono molteplici le cose fatte che non ho citato, ma avremo tempo e luoghi per farlo. Tante sono state e tantissime saranno le difficoltà che la mia amministrazione dovrà affrontare nel prossimo anno,ma i progetti in cantiere sono più numerosi delle difficoltà, e state pur sicuri che nulla ci spaventa nemmeno una sterile , vecchia e Pumposa opposizione fatta di io io io quando c’ero io.Umiltà e lavoro solo questo ha dato e darà risultati.

IL SINDACO
COSTANZO DI IORIO