Appuntamenti 

Come tutelarsi dai nuovi rischi della rete. Se ne parla a Torremaggiore il 9 marzo 2017

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota

 

Oggi il 34% del bullismo è online. Quello di far circolare delle foto spiacevoli su internet o inviare mail contenenti materiale offensivo può costituire un danno psicologico. In Italia, secondo l’Indagine nazionale sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza pubblicata nel 2011 un quinto dei ragazzi ha trovato in Internet informazioni false sul proprio conto: “raramente” (12,9%), “qualche volta” (5,6%) o “spesso” (1,5%). Con minore frequenza si registrano casi di messaggi, foto o video dai contenuti offensivi e minacciosi, ricevuti “raramente”, “qualche volta” o “spesso” dal 4,3% del campione; analoga percentuale (4,7%) si registra anche per le situazioni di esclusione intenzionale da gruppi on-line.
Da circa due anni l’associazione Gens Nova Onlus insieme all’associazione Penelope Puglia Onlus (Associazione Nazionale delle famiglie e degli Amici delle persone scomparse) incontra costantemente ragazzi di vari Istituti scolastici della Puglia al fine di informarli e sensibilizzarli su questo triste fenomeno.
Ed è proprio continuando questo progetto, Giovedì 9 Marzo ore 9:00 presso il Teatro Comunale “Luigi Rossi” di Torremaggiore, l’associazione Gens Nova e Penelope Puglia, assieme agli studenti dell’I.S.I.SS “Fiani – Leccisotti” parleranno di “I nuovi rischi della rete: come tutelarsi”.
L’incontro si aprirà con i saluti del Sindaco di Torremaggiore, Dr. Pasquale Monteleone, al quale seguiranno gli interventi del Prof. Avv. Antonio Maria La Scala, in qualità di Presidente Nazionale di Gens Nova Onlus e Penelope Italia Onlus e del Dr. Michele Orlando in qualità di Sostituto Commissario della Polizia Postale di Bari esperto in cyber-crime.
L’incontro sarà moderato da Giovanni Luca Lombardi in qualità di Consigliere Nazionale Gens Nova Onlus e Responsabile territoriale di Penelope Puglia Onlus per Foggia e provincia.
Nel corso dell’incontro saranno analizzati gli aspetti più importanti al fine di prevenire il fenomeno, anche attraverso la proiezione di appositi video all’uopo predisposti.

Commenti tramite Facebook

Related posts