Brevi News Politica 

Riaperta la Villa Comunale a Torremaggiore: nota del consigliere comunale Anna Lamedica

RIAPERTURA DELLA VILLA COMUNALE: il ruolo delle passate amministrazioni e di quella attuale
IERI 7 LUGLIO C’E’ STATA LA RIAPERTURA DELLA VILLA COMUNALE, dopo la chiusura avvenuta nel settembre 2012, a seguito dell’aggiudicazione dei lavori.
E’ vero, questa amministrazione si è impegnata perché si chiudesse questo percorso e tornasse alla cittadinanza un bene che è qualcosa che ci appartiene, che ci ricorda la nostra infanzia, che può così tornare ad essere a disposizione dei bambini di oggi, dei giovani, di tutta la comunità.

MA UN’AMMINISTRAZIONE QUANDO SI INSEDIA NON INIZIA UN PERCORSO COME SE PRIMA CI FOSSE STATO IL NULLA, O COME SE TUTTO PRIMA ERA OPINABILE E OGGI TUTTO È PERFETTO.
E’ pur vero che ogni amministrazione eredita, comunque, problemi e progetti già avviati, per cui è inevitabile che ci saranno anche amministrazioni che potranno inaugurare, tagliare nastri, perché nel passato qualcun altro ha partecipato a finanziamenti, (sapendo tra l’altro che quelle opere si sarebbero attuate in futuro, vista la burocrazia che è propria del nostro paese Italia).

E indipendentemente dal colore politico, e da qualsiasi altra considerazione, fare un richiamo all’amministrazione che partecipò al programma “contratto di quartiere” con una delibera di consiglio dell’aprile 2004 e che mise in moto una serie di interventi, sarebbe stata una cosa giusta e sicuramente un gesto degno di rispetto.
RICORDARE che la prima amministrazione di Alcide Di Pumpo aveva partecipato al bando, che la successiva amministrazione Alcide Di Pumpo della quale sia io (come assessore) che l’attuale sindaco (come consigliere) eravamo componenti, aveva sottoscritto l’accordo di programma ed i successivi atti esecutivi, SAREBBE STATO LEALE ED OPPORTUNO E NULLA AVREBBE TOLTO AL LAVORO FATTO DALL’ATTUALE AMMINISTRAZIONE.

ANNA LAMEDICA
CONSIGLIERE COMUNALE

Commenti tramite Facebook

Related posts