You are here
Prima Pagina 

Resoconto dell’evento Memento che si è svolto a Torremaggiore in occasione della Giornata della Memoria

Venerdì 27 e lunedì 30 gennaio l’artista Daniela D’Elia ha portato la sua creatività nella Sala del Trono del Castello Ducale per raccontare ai bambini una storia triste, ma molto importante, quella del genocidio.
Attraverso illustrazioni, musica e parole e con il camice della Dottora Fantasia (guai chiamarla dottoressa) la D’Elia ha saputo trasmettere ai bambini la verità di ciò che accadde ripercorrendo varie tappe della storia di quegli anni, dal 1933 alla fine della guerra, per lasciare alla fine un messaggio di speranza, di solidarietà, di amore e di uguaglianza tra gli esseri viventi.

Al racconto è seguito un laboratorio in cui i bambini attraverso la tecnica del collage hanno potuto riempire i rami degli alberi della memoria con tutte le parole che avevano incise nel cuore.

La Dottora Fantasia però è venuta anche per curare i suoi pazienti affetti da carenza di fantasia con terapie a base di “sciroppo di spremuta di sole al tramonto, punture di polvere di stelle e suppostine di luna piena”; inoltre con delle “vitamine di stella cometa prima di andare a dormire” ogni bambino può imparare a volare con la fantasia.
Alla fine più curativo ancora per la fantasia è stato un abbraccio collettivo e danzato sulle note di GAM GAM nella versione di Morricone e la Dottora ha salutato i bambini dicendo loro: “prendete questo giorno e mettetelo nel cuore; qua deve rimanere per sempre”.

Commenti tramite Facebook

Related posts