Prima Pagina 

Resoconto della Seconda Edizione della Festa della Letteratura che si è svolta a Torremaggiore il 15 settembre 2017

Venerdì 15 Settembre, nella sempre suggestiva cornice del Castello Ducale di Torremaggiore, è stata inaugurata la nuova edizione della Festa della Letteratura, manifestazione promossa dall’Assessorato alla Cultura e alle Politiche Giovanili.
Le origini di questa Festa, rievocate dall’Assessore alla Cultura Mariapina Zifaro, sono da ricercare nel 2007, quando nasceva il Festival della Letteratura, plasmato “sull’idea di fare della nostra Città una biblioteca aperta”.
L’iniziativa scelta per questo debutto è la premiazione del concorso letterario: “Il piacere della letteratura possibile”, indetto dall’Associazione culturale Maria Teresa Di Lascia e inserito nel più ampio programma Liber Fest.
Il concorso letterario, rivolto ai ragazzi della scuola secondaria di primo e secondo grado con la finalità di coinvolgerli nella lettura e nella scrittura, ha trovato un elevato numero di partecipanti e quattro vincitori, premiati dall’Amministrazione Comunale.
La giuria composta da Nadia Terranova, scrittrice e grande lettrice della Di Lascia, Pasquale Bonni, docente d’Italiano ed ex Dirigente scolastico, Angela De Meo, docente d’italiano e rappresentante dell’Ass.ne Di Lascia, ha scoperto, riconosciuto ed apprezzato il grande talento di quattro piccoli scrittori vincitori.
Per la scuola secondaria di primo grado:
-1° premio Giuseppe Scagliosi con “Il desiderio di Francesco”
-2° premio Claudia Mucedola con “Un angelo nella mia vita”
Per la scuola secondaria di secondo grado:
-1° premio Arianna Vocale con “Cara Mamma”
-2° premio Angela Maiorano con “La ragazza con gli stivali”
Il Sindaco invita i ragazzi ad inseguire le proprie passioni per contribuire alla crescita culturale e li premia, colpito dai vari e lodevoli i temi scelti: le relazioni affettive e familiari, l’assenza, la fantascienza, i diritti civili, il costretto abbandono.
La serata è stata all’insegna della rievocazione di Maria Teresa Di Lascia, una grande figura di donna attiva in politica e soprattutto una grande scrittrice, vincitrice, con “Passaggio in Ombra”, del Premio Strega nel 1995 dopo un anno dalla sua morte avvenuta a soli quarant’anni.
Emozionante l’interpretazione di estratti del racconto “Emilio” a cura di Antonella Corna, coinvolgenti gli intermezzi musicali ad opera di Alfonso Cipriani che hanno omaggiato L. Dalla e F. De Andrè; e toccante il cortometraggio “Compleanno” tratto dal primo racconto breve di M. T. Di Lascia.
“Questa serata è la dimostrazione che i ragazzi non dormono, afferma il Prof. Bonni con grande entusiasmo e passione, “non è stata una competizione per loro, ma una vera ricerca di identità” e per concludere con le parole della Di Lascia “una buona lettura ti può cambiare l’esperienza del vivere”.
Si coglie l’occasione per ringraziare il Rotaract Club San Severo per la donazione di totem espositivi, acquistati grazie alla raccolta fondi del Gran Ballo Ottocentesco, che costituiranno la nuova segnaletica nelle sale del Castello Ducale.

M. C._SCN_

Commenti tramite Facebook

Related posts