Brevi News Prima Pagina 

Raccolta rifiuti Torremaggiore: nuove regole a partire dal 2 ottobre 2017

Apprendiamo dalla pagina Facebook del Comune di Torremaggiore  che a partire da lunedì 02 ottobre 2017  la raccolta dei rifiuti “porta a porta” verrà svolta in tutta la città UNICAMENTE di MATTINA a partire dalle ore 8.00. I rifiuti dovranno essere depositati entro e non oltre tale ora. Niente più raccolta pomeridiana per i quartieri precedentemente interessati.Inoltre cambia calendario per il ritiro del VETRO e metalli che avverrà il MERCOLEDÌ insieme con la carta anziché il sabato come fin’ora. Sono state INASPRITE le SANZIONI per i contravventori.

SCARICA LA NUOVA ORDINANZA IN FORMATO PDF

 

 

 

ESTRATTO DELL’ORDINANZA

DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI
IL SINDACO
Premesso che:
 il comune ha la titolarità della gestione dei rifiuti solidi urbani e assimilabili (RSU) provenienti
dalla raccolta differenziata nell’ambito del territorio di propria competenza;
 il decreto legislativo 3 Aprile 2006, n. 152, prevede all’art. 205 che in ogni ambito territoriale
ottimale deve essere assicurata una raccolta differenziata dei rifiuti urbani pari ad almeno il 65%;
 il comune di Torremaggiore ha avviato la raccolta differenziata spinta con il sistema “porta a
porta”, prima limitato ad una sola parte del centro urbano e da marzo scorso esteso a tutto il centro
urbano per migliorare la differenziazione delle varie frazioni dei RSU finalizzata al
raggiungimento dei livelli fissati dal D.Lgs 152/2006 e ss.mm.ii., ottenendo decisi miglioramenti e
attuando azioni che mirano ad ottimizzare e ampliare ancor più i livelli già ottenuti;
Atteso che:
 il servizio di raccolta dei rifiuti prodotti dalle varie utenze domestiche e non, si sviluppa nell’arco
dell’intera giornata e ciò provoca disservizi, disorientamento fra gli utenti e la presenza
incontrollata ed incontrollabile di sacchetti di rifiuti abbandonati nelle diverse ore della giornata;
 gli esercenti delle attività mercatali che si svolgono sia giornalmente che settimanalmente non
eseguono una regolare attività di separazione delle varie frazioni di RSU;
 va meglio regolamentato anche il servizio di raccolta differenziata per le attività non residenziali;
 continua in maniera pesante il fenomeno di abbandono dei rifiuti su strade esterne e in aree
pubbliche e private non autorizzate alla collocazione dei rifiuti e non coperti dal servizio urbano di
raccolta dei RSU;
Considerato che tali problematiche si riflettono negativamente sull’ambiente urbano e possono
determinare inconvenienti alla salute pubblica e all’igiene urbana;
Ritenuta la necessità di intervenire per eliminare gli inconvenienti e contrastare le difformità
riscontrate e tutte le azioni che incidono negativamente sull’igiene urbana, oltre che per migliorare il
servizio pubblico a vantaggio della salute pubblica e del decoro urbano;
Considerato, altresì, che l’amministrazione comunale ha già operato una serie di iniziative nei
confronti della popolazione, fra cui la consegna a domicilio di mastelli, incontri pubblici a scopo
divulgativo, e altre attività sono previste nei prossimi mesi, come ad esempio l’acquisto di nuovi
contenitori per la raccolta differenziata dei RSU, per il continuo miglioramento qualitativo del
servizio;
Ritenuto, per questi motivi, di disciplinare il servizio di gestione della raccolta dei rifiuti solidi urbani,
nelle diverse frazioni merceologiche differenziate;
Visto il D.Lgs 03.04.2006, n. 152 e la L.R. 20.08.2012, n. 24;
Visto il “Regolamento dei servizi di igiene ambientale” approvato dall’Assemblea dei Sindaci
dell’ARO FG4 nella seduta del 18.06.2014 e dal Consiglio comunale di Torremaggiore con
deliberazione n. 28 del 10.09.2014;
Vista la Carta dei Servizi approvata con deliberazione consiliare n. 42 del 28.11.2014 e il
Regolamento di assimilazione dei rifiuti speciali non pericolosi agli urbani approvato con
deliberazione consiliare n. 43 del 28.11.2014;
Visto il Regolamento Comunale per il servizio di raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti urbani e
assimilati approvato con deliberazione consiliare n. 36 del 27.12.2016;

O R D I N A
1) il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani, nelle varie frazioni merceologiche opportunamente
differenziate dall’utenza in relazione al sistema di raccolta cd “porta a porta” verrà eseguito nel
centro urbano e nei giorni non festivi, secondo il seguente calendario settimanale:
– Lunedì: frazione organica (umido)
– Martedì: plastica
– Mercoledì: materiale cellulosico (carta e cartone) e vetro – metalli
– Giovedì: frazione organica (umido)
– Venerdì: Secco residuo (indifferenziato)
– Sabato: frazione organica (umido).
2) Altre frazioni merceologiche verranno conferite in appositi contenitori stradali opportunamente
collocati nel perimetro urbano dal comune o da ditte appositamente autorizzate dal comune
ovvero, in mancanza, presso il centro comunale di raccolta;
3) I rifiuti dovranno essere contenuti esclusivamente all’interno dei mastelli o contenitori forniti dal
comune o, in mancanza, all’interno di sacchetti in plastica opportunamente chiusi e collocati
davanti all’ingresso della propria abitazione o condominio dalle ore 5,00 alle ore 8,00 di ogni
giorno feriale, nel rispetto del calendario riportato al precedente punto 1).
Il capo condomino o l’amministratore del condominio potrà, in alternativa, autorizzare la ditta
appaltatrice del servizio, ad accedere all’interno dell’area di pertinenza del condominio per
prelevare i rifiuti dai contenitori ivi collocati;
4) Al di fuori dalle modalità riportate ai precedenti punti 1), 2) e 3) i rifiuti, sempre opportunamente
differenziati, potranno essere consegnati al personale del centro comunale di raccolta, negli orari
di apertura al pubblico;
5) Per gli insediamenti residenziali e non, ubicati fuori da perimetro urbano, verranno organizzati, a
cura del gestore del servizio comunale di raccolta dei RSU, sistemi alternativi di raccolta, anche di
prossimità, comunque in conformità alle disposizioni della legge regionale e delle linee guida
impartite dalla Regione Puglia e dall’ARO FG/4 con appositi provvedimenti. Spetta alle varie
utenze servite, attenersi scrupolosamente al sistema adottato;
6) E’ fatto obbligo alle attività non residenziali la collocazione delle varie frazioni merceologiche di
rifiuti all’interno degli appositi contenitori forniti da comune o, in mancanza, all’interno di
sacchetti in plastica opportunamente chiusi e collocati davanti al proprio esercizio negli orari e
secondo apposito calendario settimanale che verranno definiti con separato provvedimento.
Il titolare dell’attività potrà, in alternativa, autorizzare la ditta appaltatrice del servizio, ad accedere
all’interno dell’area di pertinenza aziendale per prelevare i rifiuti dai contenitori ivi collocati;
7) Gli esercenti delle attività mercatali sono parimenti obbligati alla differenziazione dei propri rifiuti
e alla collocazione delle varie frazioni merceologiche prodotte all’interno dei contenitori collocati
dal comune nei pressi delle sedi mercatali, così da lasciare, al termine delle attività di vendita, gli
spazi liberi da materiale di rifiuto;
8) Sono vietati l’abbandono e la dispersione di rifiuti in modo diverso di quanto elencato e descritto
ai precedenti punti della presente ordinanza;
9) Per alcune categorie di rifiuti (es. verde, ingombranti, RAEE) la ditta appaltatrice del servizio di
raccolta organizza il servizio di ritiro a domicilio su chiamata al numero telefonico reso noto dalla
stessa ditta;
10) La collocazione sul territorio comunale di sistemi fissi o mobili di rilevazione delle infrazioni
mediante telecamere collegate ad apparati di registrazione tenuti sotto il controllo del comando dei
vigili urbani, secondo il vigente Regolamento comunale per la disciplina della videosorveglianza
sul territorio comunale, allo scopo di contrastare e reprimere il grave fenomeno dell’abbandono
dei rifiuti;

La decorrenza della presente ordinanza dal 02/10/2017.
Salvo che il fatto non costituisca reato, ai trasgressori della presente Ordinanza si applicheranno le
seguenti sanzioni, graduate in relazione alla gravità delle infrazioni rilevate:
A) Alle violazioni alle disposizioni impartite ai precedenti punti 1), 2), 3) e 4) si applica la sanzione
amministrativa pecuniaria di cui all’art. 7-bis del D.Lgs 267/2000 nella misura da € 50,00 a
€ 200,00;
B) Alle violazioni alle disposizioni impartite ai precedenti punti 6) e 7) si applica la sanzione
amministrativa pecuniaria di cui all’art. 7-bis del D.Lgs 267/2000 nella misura da € 50,00 a
€ 250,00;
C) Alle violazioni alle disposizioni impartite al precedente punto 8) si applica la sanzione
amministrativa pecuniaria di cui all’art. 7-bis del D.Lgs 267/2000 nella misura da € 200,00 a
€ 500,00.
Il gestore del servizio di raccolta dei RSU è obbligato a comunicare al responsabile del Servizio di
Igiene Urbana e al Comando dei VV.UU. le infrazioni rilevate dal proprio personale impegnato
nell’espletamento del servizio.
Il Comando Vigili Urbani, eventualmente coadiuvato da gruppi di volontariato sociale di
Torremaggiore, eserciterà il controllo periodico sull’osservanza delle disposizioni di legge in materia e
della presente ordinanza e provvederà all’applicazione delle sanzioni conseguenti all’accertamento
delle infrazioni.
DISPONE ALTRESÌ
a) La pubblicazione della presente ordinanza all’albo pretorio online e l’affissione, a mezzo di
manifesti, nei luoghi pubblici, ai fini della massima divulgazione;
b) La notifica al gestore del servizio pubblico di spazzamento, raccolta e trasporto dei RSU MEA
Manna Ecologia Ambiente da Foggia per l’attuazione e al comando Vigili Urbani per le attività di
vigilanza, controllo e repressione degli abusi, da attuarsi con l’ausilio di gruppi di volontariato
sociale;
c) La trasmissione:
– a S.E. il Prefetto di Foggia;
– al Coordinatore Responsabile del Settore Tecnico – SEDE;
– al Comandante della Stazione CC di Torremaggiore;
per quanto di rispettiva competenza e spettanza.
La presente ordinanza integra il Regolamento Comunale per il servizio di raccolta differenziata porta a
porta dei rifiuti urbani e assimilati approvato con deliberazione consiliare n. 36 del 27.12.2016.
Torremaggiore, 26 settembre 2017
IL SINDACO
dott. Pasquale MONTELEONE

Commenti tramite Facebook

Related posts