Brevi News 

L’Amministrazione Monteleone ha approvato il progetto della riqualificazione dell’ex biblioteca di Piazza Gramsci

La Giunta comunale di Torremaggiore ha approvato il progetto definitivo che riguarda i lavori di recupero e riqualificazione dell’edificio sede dell’ex biblioteca comunale per la realizzazione di una “Community Library”. “Un modello bibliotecario evoluto in grado di offrire servizi innovativi per la promozione della lettura e della cultura e di costituire un presidio di partecipazione e coesione culturale della Comunità torremaggiorese”, commenta il Sindaco, Pasquale Monteleone.

Il progetto, che il Comune di Torremaggiore candida a finanziamento regionale di un milione e quattrocentomila euro, rientra nell’Azione 6.7 del POR Puglia FESR 2014-2020 – Asse VI “Interventi di valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale”.

“Intendiamo costituire una sezione staccata della biblioteca comunale De Angelis, che ha sede nel Castello Ducale e che rimarrà comunque attiva per la parte libraria tradizionale. La Community Library, con la sua sezione multimediale, troverà spazio nell’immobile di piazza Gramsci, a consolidamento di un luogo storico e riconoscibile all’interno del nostro contesto urbano, che preserva un valore identitario, e che sarà interessato da lavori di recupero, restauro e valorizzazione – spiega l’assessore comunale alla Cultura, Maria Pia Zifaro che prosegue – I nostri obiettivi sono quelli di costituire questa nuova sezione per formare uno strumento digitale, altamente divulgativo della cultura, mediante l’informatizzazione dei testi in formato cartaceo, già presenti nella sede dell’attuale biblioteca, nonché nuove acquisizioni; di mettere in rete la nuova sezione della Community Library ai fini della massima apertura alla libera consultazione e soprattutto allo scambio con altre analoghe strutture di altri soggetti pubblici e privati, così da configurare una strategia di partecipazione e divulgazione inclusiva del sapere e della conoscenza. Infine, in caso di ammissione a finanziamento, vincoleremo l’immobile a sede della Community Library per almeno dieci anni dalla data di conclusione dell’intervento”, chiosa la Zifaro.

“Ancora una volta questa Amministrazione si contraddistingue per il capillare lavoro di programmazione che sta portando avanti con decisione attraverso progettualità ambiziose e di giovamento futuro per la nostra città, sfruttando al massimo tutte quelle che sono le possibilità di finanziamento regionale. E continueremo a farlo”, conclude il primo cittadino, Pasquale Monteleone.

Commenti tramite Facebook

Related posts