You are here
Prima Pagina 

Punteruolo rosso a Torremaggiore: richiesta Ordinanza del Sindaco e intervento dell’Osservatorio Fitosanitario Regionale

Sindaco di Torremaggiore (FG)
Fax 0882 382273
Osservatorio Fitosanitario Regionale
BARI Fax 080 5405284
Emittenti ed Organi di stampa
LORO SEDI
Trasmissione via fax

palma-01

Oggetto:Segnalazione infestazione Punteruolo rosso nella Città di Torremaggiore (FG). Richiesta Ordinanza del Sindaco e intervento dell’Osservatorio Fitosanitario Regionale (S. F. R.).

Premesso che:

Il Rhynchophorus ferrugineus (Oliver), volgarmente detto Punteruolo rosso, viene segnalato per la prima volta in Italia nel 2004 nelle Regioni: Sicilia, Campania, Lazio e Puglia e dal 2005 nelle altre Regioni italiane;
E’ un vero Killer per gli alberi delle palme che, attaccati, ne provoca la inesorabile morte vista la forte resistenza ai comuni trattamenti fitosanitari e la grande prolificità (circa 300 uova ogni femmina);
Il Ministero delle Politiche Agrarie e Forestali con Decreto del 9/11/2007 ha stabilito che è OBBLIGATORIA sul territorio nazionale la lotta al Punteruolo rosso e ha stabilito le misure per impedire la sua diffusione, posizione ribadita nel Decreto ministeriale del 7/02/2011;
La Regione Puglia ha attivato, nella lotta contro il Rhynchophorus ferrugineus, il Servizio Fitosanitario Regionale (SFR) ed ha emanato il 16 febbraio 2012 un “Piano d’azione regionale per contrastare l’introduzione e la diffusione del Punteruolo rosso delle palme”, dove si ribadiva l’obbligatorietà alla prevenzione, al trattamento fitosanitario e all’estirpazione degli alberi malati a carico di tutti i proprietari degli alberi siano essi soggetti pubblici o privati;
In numerosi Comuni italiani i Sindaci, nell’ambito delle loro competenze, hanno emanato Ordinanze specifiche attenendosi alle prescrizioni su indicate.
Visto che:
A Torremaggiore è in atto da tempo un violento attacco del Punteruolo rosso che ha provocato una moria di alberi molto alta e nonostante ci siano state segnalazioni da parte di Cittadini proprietari di alberi delle palme ai vari Sindaci, Commissari prefettizi e al Servizio Fitosanitario Regionale, non è stato mai approntato un serio piano di lotta riveniente dagli obblighi di legge sopra esposti;
“…. chiunque accerti la presenza di una palma sospetta di attacchi del Punteruolo, ha l’obbligo di avvertire il Servizio Fitosanitario Regionale o gli Uffici Provinciali Agricoltura competenti per territorio o gli Uffici tecnici del proprio comune, indicando luogo od indirizzo dell’ubicazione della palma ..”
Il sottoscritto De Cesare Michelangelo Fulvio, residente a Torremaggiore (FG) in via Manzoni 66, Segnala e avverte il Sindaco e il S .F. R. che:
In una delle Piazze più importanti della Città (Piazza Incoronazione) erano presenti quattro alberi delle palme, quasi centenarie, che il 29 luglio 2016, ormai secche e pericolose, sono state rimosse a causa del Punteruolo rosso (le foto sono presenti nella galleria fotografica http://www.ifontanaritorremaggioresi.com/anno-2016.html del sito dei Fontanari Torremaggioresi) a dimostrazione che nel territorio cittadino è ancora attiva una infestazione del coleottero.
Chiede:
Al Sindaco di Torremaggiore di emanare una Ordinanza specifica contro il Punteruolo rosso nel territorio cittadino;
Al Servizio Fitosanitario Regionale di fare attivare nella Città di Torremaggiore le obbligatorietà di legge contro il Punteruolo rosso tenendo, però, presente che sono gli alti costi cui sono sottoposti i proprietari di alberi delle palme (sia pubblici che privati) per i trattamenti preventivi, fitosanitari e di estirpazione a impedire una seria lotta contro quel flagello, sarebbe pertanto necessaria da parte regionale una compartecipazione pubblica atta ad abbassare i costi di detti trattamenti per permettere una protezione reale degli alberi delle palme da una loro totale estirpazione (decisamente più economica).

Torremaggiore,9 settembre 2016

In attesa di riscontro, distinti saluti
De Cesare Michelangelo Fulvio

Commenti tramite Facebook

Related posts