Politica Prima Pagina 

Anche le ACLI di Torremaggiore a sostegno del sì al referendum del 17 aprile 2016

LE ACLI PROMOTORI DEL “SI” AL REFERENDUM DEL 17 APRILE 2016, CONTRO LE TRIVELLAZIONI NEL NOSTRO MARE, SENZA LIMITI DI TEMPO.

Le Acli di Torremaggiore invitano tutti i cittadini a recarsi alle urne il 17 Aprile 2016 per esprimere il proprio “Sì“al Referendum popolare contro le trivellazioni nel nostro mare, entro le 12 miglia dalle coste e senza limiti di tempo, consentendo, di fatto, l’espropriazione perpetua di un fondamentale bene comune, a favore,soprattutto, delle grandi compagnie petrolifere.
Siamo chiamati ad assumerci una grande responsabilità sul futuro del nostro Paese; a difendere la bellezza del nostro ricco paesaggio, i nostri mari, le coste, la fauna, l’ecosistema marino e quindi la pesca, il turismo, il lavoro, la salute, il benessere sociale e la qualità della vita.
Siamo chiamati a sollecitare le nostre Istituzioni ad attuare, finalmente, una nuova e seria politica energetica, non più basata su attività estrattive di gas e petrolio da fossili, ormai superate, esigue rispetto al fabbisogno e fortemente inquinanti, bensì un nuovo modello energetico, pulito, basato sulle energie rinnovabili, che consenta anche il necessario raggiungimento dell’obiettivo di riduzione di “CO2”, concordato a livello europeo.
Il Referendum del 17 Aprile 2016, perciò, è la grande occasione, democratica e diretta, per esprimerci a difesa del territorio e degli interessi delle nostre comunità, partecipando al voto per evitare il mancato raggiungimento del necessario quorum auspicato dalle lobby del petrolio e votando “SI”

La Presidenza delle Acli di Torremaggiore

ACLI

Commenti tramite Facebook

Related posts