InEvidenza Prima Pagina 

Ottimo risultato per Castel Fiorentino di Puglia di Torremaggiore alla votazione i luoghi del cuore del FAI

I Luoghi del Cuore, promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo, aveva chiesto a tutti i cittadini di segnalare i piccoli e grandi tesori che amano e che vorrebbero salvare. Tra i luoghi da votare nel nostro territorio c’è Castel Fiorentino, un sito archeologico importantissimo abbandonato a se stesso. In agro di Torremaggiore, si ergeva il centro abitato di Fiorentino, antica sede vescovile. Sorta su un’importante arteria che da Teanum Apulum conduceva a Luceria, Fiorentino, venne edificata ex-nihilo, tra il 1018 e il 1023 dal catapano bizantino Basilio Baiohannes, insieme a Troia, Civitate, Dragonara, etc. La città fu inserita nel sistema strategico-difensivo della frontiera settentrionale della Puglia, allo scopo di fronteggiare gli attacchi dei nemici dell’impero di Bisanzio. Il 13 dicembre 1250 vi morì l’imperatore Federico II di Svevia. Il Corriere del Mezzogiorno ha riportato che Castel Fiorentino di Puglia con 29.798 voti è il primo luogo pugliese nella classifica della settima edizione de «I Luoghi del Fai». Ottimo risultato per il sito archeologico presente nell’agro di Torremaggiore.

Luoghi Fai, Castel Fiorentino al top. Tra le bellezze San Nicola di Casole – Corriere del Mezzogiorno

c-fiorentino-4

Per approfondire segnaliamo: http://www.stupormundi.it/Fiorentino.htm

http://www.corteostorico.it/Federico%20II.htm

 

Il sito archeologico di Fiorentino di Puglia, oggi proprietà del comune di Torremaggiore (FG) e luogo dove l’imperatore Federico II di Svevia scrisse il suo testamento e morì nel 1250, è risultato il bene più votato in tutta la Puglia con 29.798 voti e classificandosi all’ottavo  posto nella classifica nazionale  del censimento “I Luoghi del cuore” del 2014, promosso dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) per selezionare i beni culturali che beneficeranno di un contributo per la loro valorizzazione.
Anche se il contributo è previsto in particolare ai primi tre posti a livello nazionale, il risultato può far ben sperare i membri del comitato e i cittadini in quanto da quest’anno il FAI ha previsto  fondi minori anche ai beni che hanno superato i mille voti e che ne faranno richiesta, sperando in un interesse anche da parte dell’Ente Regionale come è avvenuto per il caso di San Paolo di Civitate, che grazie alla stessa iniziativa del 2012, ha ottenuto un contributo per il restauro della copertura della Chiesa di San Nicola.
Questo non è un punto di arrivo per il Comitato “Pro Castel Fiorentino” ma un punto di partenza per ottenere finalmente la valorizzazione e  la sponsorizzazione del sito archeologico che suscita notevole interesse soprattutto tra gli appassionati della figura di Federico II, e in generale agli appassionati di storia e archeologia. Infatti sin da subito si metteranno in campo azioni , sperando nella collaborazione dell’Amministrazione Comunale, proprietaria del bene, con l’obiettivo di reperire fondi per proteggere il sito da atti vandalici e dai tombaroli, oltre che poter continuare gli scavi e restituire il sito alla società.
Il risultato ottenuto è frutto dell’iniziativa volontaria di alcuni cittadini di Torremaggiore, con la collaborazione di associazioni cittadine e di persone che hanno dato il proprio sostegno anche nelle località limitrofe, in altre regioni d’Italia e persino all’estero, estendendo la rete di contatti fino agli Stati Uniti, Argentina, Brasile e Australia.
Insomma, valorizzare il proprio territorio è un importante volano per lo sviluppo culturale, sociale ed economico, che consente la creazione di nuovi posti di lavoro, oltre che una crescita personale, e se 29.798 persone hanno appoggiato l’iniziativa, significa che il nostro territorio può offrire più di quanto immaginiamo.
I membri del comitato promotore “Pro Castel Fiorentino” vogliono ringraziare quanti hanno contribuito a questo risultato, perché senza il loro aiuto e il loro impegno il risultato non sarebbe stato quello ottenuto. Castel Fiorentino e la sua storia ce ne saranno grati.

Nota del Comitato Pro Castel Fiorentino

Commenti tramite Facebook

Related posts