Brevi News Comunicati Politica 

Pd Torremaggiore: Di Iorio nel pallone

pd-torremaggiore

Nel consiglio monotematico del 24 gennaio 2014 sulla “REALIZZAZIONE DI STRUTTURA SANITARIA PER IL SUPERAMENTO DEGLI O.P.G.” abbiamo assistito allo spettacolo di una amministrazione comunale nel caos più totale.

I cittadini che legittimamente hanno manifestato la contrarietà alla realizzazione dell’opera in assenza del rispetto degli impegni presi a suo tempo dall’Asl per la riconversione del San Giacomo, che garantivano uno standard minimo dei servizi di assistenza per i nostri anziani, per le donne, per i bambini ed i lavoratori del nostro paese, ebbene questi cittadini sono stati impunemente insultati dalle autorità, denigrati per le loro posizioni, fatti passare per ignoranti ed incivili.

Questo è inaccettabile. Il popolo di Torremaggiore non è un popolo di cavernicoli e non è un popolo di pecoroni come qualcuno tenta di definirci. Ancora una volta il popolo di Torremaggiore si è dimostrato coraggioso sfidando l’Assessore regionale al ramo competente, il direttore generale dell’Asl e chiunque altro si muova in una direzione contraria al rispetto dei diritti alla salute ed all’assistenza di questa comunità.

La squallida strumentalizzazione della paura del “diverso” perpetrata dalla maggioranza e dalle autorità presenti non è stato che un volgare tentativo di spostare l’attenzione dal problema reale, i servizi che non ci sono per i torremaggioresi, ad uno fittizio, creato ad arte per giustificare l’assurdità dell’agire amministrativo di questa amministrazione.

Il sindaco Di Iorio, poi, pare in uno stato confusionale irreversibile. Basti vedere come sta trattando i delicati temi che ha dovuto affrontare nell’ultimo periodo.

Immediatamente viene da pensare al caso Clorpirifos. Prima fa pubblicare improvvidi articoli di giornale mandando nel panico l’economia e la popolazione intera di Torremaggiore, poi tenta di giustificarsi dichiarando che lui ritiene sia più importante la salute che l’economia di un paese. Fosse almeno vero..Di quanto in effetti il sindaco tenga alla salute dei suoi concittadini ne ha dato dimostrazione non più tardi di una settimana fa: il deposito comunale di via Costituente era pieno di eternit ed è stato demolito così com’era rompendo i fogli di amianto e disperdendone le polveri. I cittadini si sono rivolti alle autorità per questa assurda procedura e per tutta risposta il primo cittadino è arrivato sul loco e l’ha fatto occultare con dei teli, come se ciò bastasse a mettere in sicurezza la zona, proprio come dire: stendiamo un velo pietoso. Solo in seguito, a danno ormai fatto, è arrivata una ditta specializzata. Sul fatto il Pd di Torremaggiore ha presentato un esposto ai Carabinieri ed alla Guardia di Finanza.

eternet-tm-1

eternet-tm-2

eternet-tm3

Meno male che proprio il sindaco dovrebbe essere il primo responsabile della salute dei cittadini: dapprima non controlla, poi tenta di mettere delle pezze qua e là producendo ancor più danni.

Noi continueremo a chiedere a gran voce rispetto per questo paese, garanzia su diritti fondamentali come quelli alla salute ed all’assistenza e continueremo, con l’aiuto dei cittadini, a vigilare sull’operato di questa amministrazione che si dimostra ogni giorno peggiore.

Nota dell’Ufficio Stampa del PD di Torremaggiore; la responsabilità del contenuto è ESCLUSIVAMENTE dell’autore.

Commenti tramite Facebook

Related posts