Politica Prima Pagina 

Crisi al buio a Torremaggiore, la minoranza chiede le dimissioni del Sindaco Di Iorio

sala-del-trono-consiglio-comunale

Durante l’ultimo Consiglio comunale del 29 settembre 2014, il Consigliere di maggioranza Ennio Marinelli, in disaccordo con l’operato del Sindaco, ha dichiarato che “vi e’ stato un azzeramento al buio della Giunta, per giochi di parte ed interessi personali”, aprendo ufficialmente, di fatto, la crisi dell’Amministrazione comunale a Torremaggiore; nel frattempo, a distanza di quindici giorni, la nuova Giunta non è stata ancora nominata.
Se, come dichiarato dal Sindaco Di Iorio, l’obiettivo dell’azzeramento e’ quello di ripartire, quasi a voler dare la responsabilità dei risultati estremamente negativi ottenuti in questi due anni e mezzo solamente a qualche Assessore, in realtà, è evidente a tutti che la crisi viene da molto più lontano, poiche’ questa Amministrazione non e’ mai partita, soprattutto per incapacita’ ed incompetenza dello stesso Sindaco.

Infatti, come era facilmente prevedibile, nessuna delle tante promesse elettorali del Sindaco sono state rispettate e nessuno degli obiettivi programmatici di questa Amministrazione è stato raggiunto, mentre registriamo, con amarezza e sconforto, il continuo degrado ed abbandono della nostra Citta’, con servizi pubblici sempre più scadenti, al limite della vergogna ed una tassazione a carico dei cittadini in costante aumento.
Una situazione di così grave inefficienza amministrativa non si è mai verificata nella storia di Torremaggiore, alimentando, a ragione, un sempre più diffuso sentimento di sfiducia e di disagio dell’intera Comunità.

Facciamo appello, ancora una volta, al senso di responsabilità delle forze politiche e dei Consiglieri comunali di maggioranza, affinche’ si ponga fine a questo scempio amministrativo e si dia, a breve, la possibilita’ ai cittadini di Torremaggiore di ritornare ad eleggere una nuova Amministrazione comunale, maggiormente capace ed in grado di rilanciare la nostra Città sul piano economico, sociale e culturale.

I Consiglieri di opposizione: DI PUMPO ALCIDE, DI PUMPO EMILIO, LAMEDICA ANNA, LARICCIA RENATO, MONTELEONE PASQUALE, TARTAGLIA MICHELE, ZIFARO VALERIO; la responsabilità del contenuto è ESCLUSIVAMENTE degli autori

Commenti tramite Facebook

Related posts