Quaranta (PD): pagare tutti per pagare meno

Segue comunicato del Vice Sindaco e Assessore al Bilancio ed ai Tributi del Comune di Torremaggiore dott. Enzo Quaranta, la responsabilità del contenuto è ESCLUSIVAMENTE dell’autore.

Enzo Quaranta - Vice Sindaco del Comune di Torremaggiore (Fg) - www.torremaggiore.com -
Enzo Quaranta – Vice Sindaco del Comune di Torremaggiore (Fg) – www.torremaggiore.com –

Carissimi concittadini,
a sei mesi dalla nomina quale assessore al bilancio e ai tributi, e alla luce degli ultimi avvenimenti in materia di accertamento ICI e TARSU, è doveroso da parte mia fornire chiarimenti su quando sin’ora fatto.
All’atto dell’insediamento, così come affermato in campagna elettorale, ci siamo soffermati sulla necessità di verificare, per tutti i tributi di competenza del Comune, se vi fossero sacche di evasione. Scoprire l’evasione è, a nostro avviso, un atto di giustizia sociale, perché non è concepibile far pagare sempre e solo a chi paga.
Quindi, essendo l’attività di accertamento demandata ad una società privata a seguito di gara pubblica avvenuta due anni fa, con questa azienda abbiamo programmato alcuni interventi di controllo. Ciò a comportato, in sei mesi di attività, i seguenti risultati:
1) Abbiamo rilevato oltre 300 passi carrabili non dichiarati e, ad oggi, il 70% di questi ha pagato per regolare la propria posizione;
2) Abbiamo regolarizzato le posizioni dei commercianti del mercato settimanale e dei mercati rionali, sono stati rilevati circa 40 casi di evasione che hanno tutti proceduto a pagare per essere in regola;
3) Abbiamo effettuato durante il periodo estivo i controlli per le occupazioni temporanee di suolo pubblico effettuando circa 20 interventi di accertamento;
4) Abbiamo effettuato controlli ai chioschi (TOSAP permanente), rilevando diverse irregolarità, anche gravi,
5) Abbiamo effettuato il controllo ICI sulle aree fabbricabili, rilevando un evasione di imposta di oltre 60.000 €
A breve faremo controlli in materia di imposta di pubblicità e sul piano delle affissione, quest’ultima sicuramente necessita di controlli approfonditi, mai effettuati sinora.
Verso la fine dell’anno, così come previsto dalle vigenti normative e al fine di evitare la prescrizione, la società affidataria del servizio ha avviato l’attività di accertamento ICI e TARSU anni 2007 e 2008.
E’ evidente che l incrocio delle banche dati effettuato dalla società non ha prodotto risultati esattamente conformi alla reale situazione tributaria di ogni singolo contribuente e, in molti casi, sono stati inviati accertamenti anche a persone che non dovevano nulla.
Per tale ragione, in data odierna, come da manifesto affisso in città e pubblicati sui siti, la SOGET ha sospeso in autotutela i termini dell’accertamento, al fine di consentire ad ogni cittadino di poter verificare la propria posizione e proporre istanza di annullamento o rettifica. Nel contempo, la medesima società, controllerà che le posizioni accertate siano corrette.
Voglio ricordare a chi ha accusato l’Amministrazione che doveva verificare a monte i dati emersi dalla società affidataria del servizio, che la legge vigente impone agli amministratori il compito di programmazione e controllo, e non compiti di gestione.
Ma ritengo altresi, quale assessore delegato, che sia doveroso assumermi la responsabilità dell’accaduto e pertanto chiedo scusa a tutti i cittadini che è stato arrecato disagio dall’emissione di tale accertamento laddove non dovuto.
Di contro, intendo sottolineare che l’attività di accertamento deve continuare anche in futuro, perché solo continuando a scoprire gli evasori possiamo consentire alle persone oneste di poter pagare meno imposte. E questo, più che un obiettivo dell’Amministrazione, è un obiettivo morale che penso ogni Amministratore ha il dovere di perseguire.
Infatti, grazie ai risultati sopra citati ottenuti dall’attività di accertamento, posso assicurare che nella determinazione delle imposte per l’anno 2013, ci saranno abbassamenti di aliquote (verosimilmente per l’IMU sulla prima casa).
Questo consentirà di fare in modo che lo slogan “PAGARE TUTTI PER PAGARE MENO” diventi realtà.
Sempre per chiarezza, vorrei cogliere l’occasione per sottolineare che il bilancio del Comune di Torremaggiore è un bilancio sano.
Certamente le norme in materia di Patto di Stabilità e di spending review (per quest’anno comportano un taglio dei trasferimenti di circa 600.000 €) determinano la necessità di essere oculati in ogni scelta di spese che si deve fare.
Ma in tal senso, in sei mesi di amministrazione, siamo intervenuti sui seguenti centri di costo per ridurre le spese:
1) Riduzione compenso agli amministratori: risparmio € 50.000 annui;
2) Drastica riduzione delle partecipazioni in società esterne;
3) Riduzione del parco auto, con risparmi sulle manutenzioni, assicurazioni etc per oltre 10.000 Euro annui;
4) Eliminazione dei telefonini e riduzione delle spese telefoniche con risparmio di circa 10.000 Euro annui;
5) Rivisitazione del contratto di guardiania con taglio del 20% del costo del servizio;
6) Eliminazione delle locazioni passive (a regime si risparmieranno oltre 20.000 Euro annui)
7) Valorizzazione del patrimonio esistente con impulso all’alienazione di quello improduttivo che, oltretutto, è fonte di costi per il comune;
8) Ricorso alle convenzioni CONSIP (stipulate sulla base di gare effettuate a livello nazionale, con notevole risparmio di costi) per l’energia elettrica, i carburanti, i combustibili per riscaldamento e in tutti i casi in cui le convenzioni stesse siano disponibili;
9) Riduzione del quantitativo di carta mediante la produzione di stampe con l’utilizzo del metodo fronte/retro, ovvero incentivando la comunicazione interna ed esterna tramite posta elettronica o con l’utilizzo di area di interscambio dati sul server principale.
E’ evidente che stiamo vivendo un periodo di profonda austerità e che anche l’ente comunale si deve adeguare per consentire non solo il mantenimento dei servizi esistenti, ma ampliare le possibilità di intervento a favore delle categorie più deboli.
Voglio cogliere l’occasione per ringraziare l’intera macchina amministrativa, i consiglieri comunali e gli assessori che condividendo questa impostazione, ci hanno consentito di raggiungere ottimi risultati in pochi mesi; inoltre voglio ringraziare il Sindaco che ha voluto riporre in me la fiducia per portar avanti questo impegno ricco di responsabilità.
L’ASSESSORE AL BILANCIO E TRIBUTI
Dott. Enzo Quaranta

Commenti tramite Facebook

Related posts