Pasquale MonteleoneComunicati 

Monteleone all’attacco dopo il consiglio comunale del 16 luglio 2013

Segue comunicato stampa del consigliere comunale di opposizione dott. Pasquale Monteleone; la responsabilità del contenuto è ESCLUSIVAMENTE dell’autore.

Pasquale Monteleone

 

Abbiamo atteso 50 giorni per un Consiglio Comunale, tanti infatti erano i giorni che non si riuniva la massima assise comunale. All’ordine del giorno punti non significativi e incisivi sul piano politico amministrativo: Modifica dell’art. 6 dello Statuto Comunale(riguardante le pari opportunità) e l’altro punto relativo al rimborso anticipato di contratti di leasing. Risultato? Il 1° punto che non passa in quanto per modificare lo Statuto Comunale occorre in prima istanza la maggioranza dei 2/3 dei consiglieri comunali assegnati mentre su questo punto l’opposizione ha proposto di costituire una commissione sullo statuto ad hoc(come da norma) al fine di rivedere complessivamente il vecchio Statuto alla luce di recenti disposizioni normative o della mancata applicazione in alcuni suoi punti.
Lo strappo politico però si è consumato al 2° accapo all’ordine del giorno dove 4 consiglieri di maggioranza hanno abbandonato l’aula. A quel punto come opposizione abbiamo ritenuto utile far venir meno il numero legale così da far emergere in modo chiaro i contrasti in atto nella coalizione che governa Palazzo di Città. Adesso ci chiediamo: Come interpretare questa presa di posizione del Presidente del Consiglio Comunale Prencipe(Pd), dei consiglieri Petta e Marinelli(Sel) e del consigliere Garofalo(Udc)? Nuovi equilibri politici cercansi? Si tratta di una guerra di riposizionamento? Avvertimenti all’indirizzo del duo Di Iorio-Quaranta rispetto alle scelte politico-amministrative poste in essere? Ne sapremo di più nelle prossime settimane. Nel frattempo però, assistiamo quasi inermi alla deriva della nostra Torremaggiore, dove, tra le altre note dolenti, annoveriamo un Cimitero oggetto di una deturpazione senza precedenti, assistiamo con preoccupazione al balletto su chi deve gestire la raccolta dei rifiuti, con evidenti ripercussioni igienico-ambientali, registriamo una tassazione comunale che aumenta con nuova Irpef che sale allo 0,6%, una insicurezza cittadina diffusa e un clima complessivo di sfiducia nei confronti dell’Istituzione Comunale.
In conclusione, riteniamo che solo la partecipazione attiva dei cittadini liberi potrà consegnare un futuro diverso alla nostra comunità e il nostro tentativo nei prossimi mesi, sarà rivolto, ancora una volta, in tal senso.

Il Consigliere Comunale
Pasquale Monteleone

 

Commenti tramite Facebook

Related posts