Un giorno da (Monte) leone e Tatarella(FLI): “Da Torremaggiore la riscossa di tutti i moderati”

Segue comunicato stampa ufficiale del Coordinamento Provinciale di Futuro e Libertà di Foggia; la responsabilità del contenuto è ESCLUSIVAMENTE dell’autore.

null

Le ultime elezioni, anche in Capitanata, hanno confermato l’eclissi del voto moderato. Le ragioni, secondo gli attenti osservatori, sono da ritrovarsi, soprattutto, nella disaffezione e nella delusione dei cittadini. È un’analisi che Futuro e Libertà condivide. Si può dire, anzi, che la nostra stessa nascita ed esistenza come soggetto politico deriva dal desiderio di reagire a questi fenomeni. Lo facciamo al meglio quando, come a Torremaggiore, sosteniamo un candidato giovane, coraggioso, trasparente come Lino Monteleone. La lettura dei risultati delle urne dice che il suffragio espresso dall’elettorato di Torre al candidato sindaco è stato molto superiore a quello delle liste che lo hanno appoggiato, compresa la nostra. Un dato che, lungi dal preoccuparci o immalinconirci, ci inorgoglisce, perché è la migliore delle conferme della giustezza della scelta. Chi voterà per Monteleone sa di mettere la fascia tricolore sul petto di una persona leale che avrà come unica stella polare gli interessi della comunità, ben oltre le appartenenze ed etichette di partito: ed è questa riscossa del civismo, questa impellente necessità che la politica torni a occuparsi del bene comune e non delle proprie beghe, che è la vera cifra distintiva di queste elezioni amministrative, di cui il successo di Beppe Grillo, indiscutibile, è solo una delle facce. I moderati di Torremaggiore, ma anche quegli elettori che hanno votato al primo turno sulla base di logiche di appartenenza, avranno fra due domeniche la possibilità di premiare il merito, la qualità, la libertà. Confidiamo che lo facciano. Lino Monteleone se eletto Sindaco non sarà il Sindaco delle liste che lo hanno supportato nel primo turno, ma di tutti i cittadini di buona volontà, di tutti i moderati che non lo hanno votato domenica scorsa. Torre maggiore merita di essere governata da un giovane capace e di avere una stabilità politica mancata negli ultimi anni. In un parola Torre maggiore a chi la ama, ai suoi cittadini che sapranno fare la scelta migliore: quella di Lino Monteleone.

Pasquale Monteleone

Commenti tramite Facebook

Related posts