Realizzato a Torremaggiore anche nel 2012 il progetto di Alfabetizzazione motoria nella Scuola Primaria

Anche quest’anno è stato realizzato a Torremaggiore il progetto nazionale di Alfabetizzazione Motoria nella scuola primaria, progetto rivolto agli alunni e agli insegnanti attuato congiuntamente dal MIUR e dal CONI con l’obiettivo di promuovere e trasmettere il valore della pratica sportiva nel tessuto sociale, quale fattore di benessere individuale, coesione e sviluppo culturale ed economico.
L’insegnante titolare è affiancato da un consulente Esperto che propone attività didattiche semplici e divertenti diversificate per ciascuna classe, nella fattispecie il II° Circolo Didattico “E. Ricci” si è avvalso per il terzo anno consecutivo della collaborazione del Prof. Giovanni Rubino,
Le attività sono finalizzate all’acquisizione delle competenze motorie e di stili di vita attivi. Attraverso il movimento, infatti, il bambino può esplorare lo spazio, conoscere il suo corpo, comunicare e relazionarsi con gli altri; l’educazione motoria – vissuta in forma ludica e divertente – diviene, dunque, l’occasione per promuovere esperienze cognitive, sociali, culturali ed affettive.
Il Progetto di Alfabetizzazione Motoria nella scuola primaria si inserisce, nell’ambito del Protocollo d’Intesa tra il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il CONI.
MIUR e CONI, infatti, considerano l’educazione motoria uno strumento determinante per la formazione della personalità dei giovani. Lo sport, infatti, rappresenta una valida strategia contro il fenomeno del bullismo e un aiuto nei confronti di personalità fragili e poco strutturate dal punto di vista emozionale e affettivo.
Proprio nei primi anni scolastici, l’attività motoria e sportiva ha il compito di “gettare i semi” per una nuova didattica orientata alla formazione della persona in cui l’Alfabetizzazione Motoria diventi strumento facilitatore di approcci trasversali per trasmettere il valore delle regole, della cooperazione, dell’altruismo e della solidarietà, che ciascun bambino potrà utilizzare in contesti differenti, nel corso della propria esperienza.
Importante anche quest’anno è stata la condivisione della progettualità didattica da parte delle Insegnanti coinvolte e la partecipazione attiva degli Alunni.
Come sempre toccante l’ultima lezione, soprattutto con i bambini delle quinte, prossimi a lasciare la scuola primaria. Svolte 30 ore di lezione per ciascuna classe da metà febbraio a fine maggio, monitoraggi motori, d’ingresso e finale, conferimento dei dati nella piattaforma nazionale – solo da tre anni a questa parte il CONI può avere dati attendibili su un campione abbastanza importante pari al 15% dei bambini tra i 6 ed i 10 anni- con indubbi risvolti scientifici.
Quest’anno il Prof. Rubino ha testato i bambini con strumenti di telemetria per evincere dati sull’impatto motorio delle lezioni stesse con grande partecipazione dei bambini e delle Insegnanti.
Speriamo di aver presto una palestra per questi Bambini, tenendo conto che sono il 10% della popolazione della nostra cittadina (1664 i bambini frequentanti le due scuole primarie e quelle dell’infanzia), ma gli unici in provincia a realizzare il Progetto senza una struttura coperta, ospitati dal Circolo Tennis Torremaggiore, il cui Presidente Dott. Lorenzo Petrucci e Consiglio Direttivo ringraziamo. Sarebbe altresì fondamentale che questa progettualità venga estesa a tutti i bambini e fin dall’inizio dell’anno scolastico!

Docente Esperto Prof. Giovanni Rubino
Referente del Progetto Ins. Lella Di Mauro
Dirigente Prof.ssa Felicia Colasanto
Docenti coinvolti nel Progetto:
1A Antonietta De Santis
2A Teresa Pavento
3A Irene Piteo
4A Raffaella Grossi
5A Annamaria Lamedica
1C Maria Pia Piacquaddio
2C Rosa Pensato
3C Maria Vincenza D’Andrea
4C Annarita Guerrieri
5C Teresa Di Tommaso

Commenti tramite Facebook

Related posts